Terme di Merano: come sentirsi coccolati e ritemprati a 360 gradi

Le terme di Merano sorgono nel cuore della città, a pochi passi dal centro e dalla vecchia kurhaus, l’antica casa di cura.

Siamo stati ospiti della struttura grazie ad Alexander dell’hotel Westend (convenzionato tra l’altro con le terme), e anche se ci aspettavamo solo un paio d’ore di relax immersi nelle piscine dell’istituto, siamo invece stati omaggiati di due biglietti validi per l’intera giornata. Wow!

Ci scusiamo fin da ora se buona parte delle foto che vedrai nell’articolo non sono state scattate da noi, ma purtroppo è vietato riprendere e fotografare all’interno delle terme. Noi abbiamo ottenuto un permesso speciale, ma visti i tempi ristretti prima dell’arrivo degli altri ospiti è stata la direttrice stessa dello stabilimento, la Dott.ssa Adelheid Stifter, a metterci a disposizione le loro foto di archivio. Quindi no, come potrai ben vedere i due fisicacci nelle foto non sono i nostri…

Le regole

L’accesso alle terme è regolamentato da appositi braccialetti da indossare, che serviranno anche ad aprire gli armadietti degli spogliatoi. E’necessario avere con sé un accappatoio o un asciugamano, ma se ne sei sprovvisto li potrai noleggiare direttamente alle terme. Gli accappatoi costano 5€, a cui va aggiunta una cauzione di altri 25€ che ti saranno restituiti alla fine della giornata, mentre per l’asciugamano (assolutamente obbligatorio se deciderai di fare la sauna) dovrai pagare 4,50€ e altri 15 di cauzione. Il tutto si può tranquillamente noleggiare presso il negozio posto all’ingresso, che vende inoltre la linea cosmetica delle terme, costumi e giornali.

Altri eventuali acquisti, dal cibo alle più varie necessità, ti saranno addebitati sul braccialetto e dovrai saldarli all’uscita presso le apposite casse automatiche.

Non potrai mangiare né bere all’interno dell’area delle piscine e, sempre se deciderai di fare le saune, sii consapevole che dovrai farle rigorosamente nudo.

Già, se ti imbarazza il nudismo questa specifica area dello stabilimento non fa per te, ma la direttrice ha talmente insistito perché la provassimo, che….Beh, lo scoprirai più avanti.

Merano Piscine esterne

Gli spogliatoi

Sono davvero numerosissimi: una fila interminabile di porte azzurre e blu, accompagnati da altrettanti armadietti. Per chiuderti all’interno del tuo spogliatoio non troverai serratura sulla porta, ma bensì una leva all’altezza delle panche.

Dagli spogliatoi avrai accesso sia al bagno e alle docce maschili che a quelle femminili, ed entrambi gli ambienti sono molto puliti. Troverai anche alcuni phon all’interno degli spazi comuni.

Le piscine interne

A questo punto accederai finalmente alle prime piscine, quelle al coperto. Il soffitto dello stabilimento e anche le pareti sono vetrate che lasciano entrare la luce sia del sole che della luna: sì, queste terme sono aperte anche alla sera fino alle ore 22.00!

Vista esterna di notte

 

Le piscine qui sono ben 15, due delle quali continuano poi anche all’esterno. Una è un idromassaggio puro e semplice, molte vasche sono ad acqua calda (anche fino a 37°C) ed altre ad acqua fredda (18°C), una è di tipo salino ed un’altra è dedicata ai più piccini.

Qui infatti i bambini sono i benvenuti, purché siano accompagnati dai genitori. Se però mamma e papà vogliono concedersi un po’ di relax di coppia, i più piccoli potranno essere accuditi presso un apposito spazio gioco e affidati alle cure di bravissime educatrici.

Sempre a proposito di sicurezza è impressionante il numero di bagnini presenti, almeno due in ogni area, e ci ha colpiti anche il modo di gestire i temporali: poiché due piscine sono in comunicazione con l’esterno, in caso di previsione di temporali con scarica di fulmini viene vietato in toto l’accesso alle vasche, proprio per ragioni di sicurezza. Così è capitato anche quando eravamo presenti noi, e anche se alcuni ospiti non hanno gradito noi ci dobbiamo togliere il cappello di fronte a cotanto rispetto delle norme di sicurezza. Complimenti alle terme di Merano!

Dettaglio sala bagnanti

Le piscine esterne

All’esterno dell’edificio troviamo invece un immenso parco di ben 52.000m²: è davvero stupendo, con un grande laghetto al centro dove sguazzano tranquille tartarughe e papere, un’area fitness (sfruttata anche per esercizi dimagranti di gruppo, così da supportarsi a vicenda) e un parco giochi. Qui troviamo anche dei bar e altre 10 piscine, compresa una per nuotatori ed una per non nuotatori. Conta che in media, a parte ovviamente la vasca per i nuotatori, la profondità dell’acqua non supera mai i 135cm.

Per un relax di vero lusso, oltre ai lettini, potrai noleggiare delle vere e proprie lounges private, tutte di vimini e con cuscini molto confortevoli.

Relax Lounges nel Parco Terme

Particolari la piscina ad acqua corrente, molto divertente anche se si viene un po’ trascinati via (almeno, sono stata trascinata via io, Chiara, perché sono impedita quando si tratta di acqua e piscine… ma niente di grave. E comunque anche qui in caso di bisogno i bagnini non mancano), e il percorso Kneipp.

Questo è stato davvero una scoperta: sai come funziona?

Il percorso Kneipp: com’è e quali benefici comporta?

Il percorso Kneipp si articola lungo 4 tappe, con benefici che vanno dalla regolazione del battito cardiaco al miglioramento della circolazione, dal combattere la ritenzione idrica al diminuire l’ansia. 

La prima fase porta ad immergere gli arti superiori fino alla metà dell’omero in acqua fredda, in modo graduale. La sensazione è piacevole, anche se non tutti sopportano il gelo. Un consiglio è quello di muovere leggermente dita e braccia quando sono immerse, così da alleviare il fastidio ed aumentare i benefici della pratica.

Si passa poi ad un percorso all’interno di vasche alternativamente calde e fredde, con acqua che arriva agli stinchi. Il passo deve essere lento e a “struzzo”: praticamente devi portare le ginocchia verso il petto e tenere il piede con le dita rivolte verso il basso. Per il massimo del beneficio dovresti fare su e giù per almeno una decina di minuti, e la sensazione che si prova nell’immediato è quella di una grande stanchezza alle gambe…o almeno così è stato per noi.

Percorso Kneipp

Poi si passa alla fase tre, e sempre con le gambe si ha a che fare. Stavolta bisogna indirizzare il getto freddo di un apposito doccino dalle caviglie fino alle anche, percorrendo il lato esterno della gamba, e poi tornare alla caviglia bagnando la parte interna, dall’inguine in giù. Dovrai insistere qualche secondo con il getto dell’acqua a livello di pianta dei piedi, inguine e anca.

Infine la parte più divertente, quella che ha rimesso a nuovo la muscolatura e i tendini dei nostri piedi. Dovrai affrontare a piedi nudi un percorso che ti porterà a calpestare vari materiali, dalla sabbia alla corteccia, dalle pigne alle pietre di dimensioni variabili. Fa un po’ male sul momento forse, ma appena concluso ti sentirai rinato: tutto il percorso è una specie di miracolo!

Cosa c’è di speciale nell’acqua delle terme di Merano?

Sicuramente alcune di queste pratiche benefiche potrai portarle avanti anche a casa (concludere la doccia con un getto più freddo a salire partendo dai piedi è per esempio molto consigliato per il benessere della circolazione), ma qui alle terme di Merano l’acqua è speciale.

L’acqua oligominerale di Monte San Vigilio è infatti naturalmente arricchita dalla presenza di gas radon, che recenti studi hanno confermato essere un toccasana per l’organismo.

Svolge infatti azione sedativa sul sistema nervoso centrale e periferico, conferendo quindi rilassatezza e placando le emozioni negative; ha azione vasodilatatrice e di conseguenza aiuta ad abbassare la pressione; risana le vie aeree e aiuta a combattere le allergie, anche grazie alle inalazioni che qui è possibile effettuare su sovvenzione del SSN.

Inalazione termale

Centro medico e centro benessere

Le cure inalatorie e i trattamenti fisioterapici sono effettuati presso il centro medico delle terme stesse, all’avanguardia e adatto anche ai più piccini. Un’area tutta dedicata a loro, particolarmente colorata e piacevole, rende infatti più tollerabile il sottoporsi a un trattamento che spesso i più piccoli mal sopportano per motivi di noia.

Nell’area MySpa invece via libera a massaggi e trattamenti di vario genere, da quelli detossinanti a quelli rilassanti. C’è anche una zona dedicata alla coppia, con vasche e trattamenti a due…Quanto ci piacerebbe provarle! Ovviamente i trattamenti extra vanno acquistati a parte rispetto al biglietto di ingresso alle terme.

Massaggio rilassante con olio di stella alpina altoatesina

Gli ambienti “caldi”: solarium, bagno di vapore e…saune!

Alle terme di Merano  troverai numerosi altri ambienti.

Il nostro preferito è da sempre il bagno di vapore che, come ti abbiamo già raccontato nel nostro articolo sulle terme di Saint Vincent, è un ambiente buio e tranquillo, estremamente caldo e con un tasso di umidità elevatissimo. Talmente elevato che non riuscirai a capire se le goccioline che ricoprono il tuo corpo sono di sudore o di vapore. 

L’effetto è altamente detossinante: i tuoi pori faranno la ola!

Miracolosa anche la stanza del sale, con una temperatura di circa 45°C che, col caldo che ha fatto durante la nostra permanenza a Merano, non abbiamo quasi percepito.

C’è poi un classico solarium, che noi non amiamo particolarmente e…rullo di tamburi: le mitiche saune.

Te lo ribadiamo: qui si fanno nudi e dovrai avere con te un telo. L’accesso è separato da quello delle piscine, e dovrai utilizzare il tuo braccialetto per varcare i tornelli. Occhio che per le saune dovrai richiedere un biglietto che le comprenda!

La struttura dedicata si spande su circa 2200m², e di saune ne abbiamo di due tipi diversi: la classica finlandese (95°C) e quella al fieno biologico dell’Alto Adige (più soft, solo 60°C).

L’intero percorso tra preparazione, sauna vera e propria e rilassamento, dura circa due ore. Si parte da una doccia, quindi si fa un bagno di vapore a 45°C per aprire i pori. Si passa al whirlpool per rilassarsi e si entra in sauna. Occhio a rispettare i tempi di permanenza indicati, ed evita se soffri di pressione bassa e subito dopo i pasti!

Bagno di vapore Trauttmansdorff

Poi dovrai abbassare bruscamente la temperatura del tuo corpo, magari immergendoti in acqua fredda a 12°C, ma hai anche un’opzione più strong: qui troverai infatti la stanza della neve.

Si tratta di una stanza a -10°C, dove sarai nudo e dove abbasserai drasticamente la tua temperatura corporea mentre su di te cadono copiosi i fiocchi di neve. Un’esperienza da brivido!

Anche le saune sono estremamente controllate da addetti pronti ad intervenire in caso di bisogno.

E dopo la sauna…relax!

Le aree relax

Le aree relax sono svariate all’interno delle terme di Merano. Ci sono i classici lettini, i maxi cuscini, i lettini ad acqua (che dopo la sauna sono una coccola meravigliosa) e le postazioni poste intorno al fuoco. Chissà che meraviglia in inverno…! 

Nuovo Fire Place

Inoltre non mancano le aree ristoro preso cui fare il pieno di liquidi e vitamine, una tappa obbligata dopo i trattamenti più strong come le saune. Ricordati di non stressare mai troppo il tuo organismo: l’intera esperienza deve essere benefica, non una via crucis! Quindi impara ad ascoltare le tue sensazioni e non forzarti troppo.

Cosa si prova a stare nudi in mezzo ad estranei?

Sappiamo che te lo stai chiedendo, ma sottolineiamo che questa è solo la nostra esperienza.

Noi Allemandich non siamo particolarmente fieri del nostro fisico, e più riusciamo a coprirlo per quanto ci riguarda e meglio è…quindi affrontare un percorso nudista è stata una bella sfida, specie a livello mentale!

Dobbiamo dire che quando abbiamo fatto la sauna non c’era troppa gente, era abbastanza intimo, quindi forse il “trauma” iniziale è stato minore.

Ma poi il bello è rendersi conto che in fondo siamo tutti uguali, che nessun corpo è realmente perfetto e anche che in fondo tutti lo sono nonostante i loro piccoli grandi difetti. Capisci che forse dovremmo smetterla di vergognarci di un qualcosa che è uguale per tutti, pur nella sua variabilità di proporzioni, e che davvero non bisogna guardare alla nudità con malizia e in  modo pruriginoso. Al mondo non ci sono solo maniaci, ma sono molte di più le persone che vogliono  godere del benessere di un trattamento, spesso anche ad occhi chiusi…quindi davvero no problem.

E quanta bellezza c’è nel corpo umano quando riesci a guardarlo nella giusta prospettiva…! Per un momento anche noi ci siamo piaciuti e apprezzati di più, ebbene sì!

Non è però che ci siamo convertiti al nudismo, eh… Diciamo che per noi è stata un’esperienza da assaggiare a piccole dosi. Ma se ci dovesse ricapitare probabilmente affronteremmo il tutto con un po’ più di confidenza in noi stessi. 

Le terme di Merano a Natale

Le terme di Merano sono aperte tutto l’anno ma ovviamente nei mesi freddi è chiusa gran parte dell’area esterna. Restano invece accessibili le due vasche esterne collegate a quelle interne, e pensa che bello: un bagno in acqua deliziosamente calda mentre tutto intorno a te magari c’è la neve.

Un altro tocco estremamente natalizio di queste terme, che ovviamente non abbiamo potuto testare di persona, è l’allestimento nei mesi invernali di una sorta di piccolo villaggio con albero di Natale, presepio, pista di pattinaggio su ghiaccio e le Kugln Terme. Non sai cosa sono?

Si tratta di una sorta di “casette” a forma di pallina dell’albero di Natale, all’interno delle quali fino a 10 persone possono stare al calduccio e godersi musica natalizia degustando un ottimo pranzo o una deliziosa cena. E anche questa sarebbe un’esperienza da provare…

Skybar

Le terme di Merano: una summa della nostra esperienza

Alle terme di Merano abbiamo trascorso una giornata davvero magica e rilassante. Abbiamo goduto di tutti i benefici dell’acqua e dei vari trattamenti che abbiamo effettuato, e in particolare il percorso Kneipp è stato per noi una meravigliosa scoperta. L’idromassaggio è spettacolare, il bagno di vapore e la sauna ancora di più…che te lo diciamo a fare? 

Le terme o si amano o si odiano, e noi di certo facciamo parte della prima categoria. Ecco perché abbiamo già in programma di tornare alle terme di Merano in futuro, in modo tale da provare tutto ciò che in questa occasione non abbiamo avuto modo di testare. Chissà che non se ne parli già questo inverno?

Vedremo, ma intanto ti lasciamo tutti i contatti delle terme di Merano, che ringraziamo ancora per la stupenda accoglienza. Alla prossima!

 

Terme di Merano

Piazza Terme, 9, 39012 Merano BZ

Sito web: https://www.termemerano.it/it 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.