Come salvare il mondo da casa salvaguardando l’ambiente

Siamo camperisti, frequentatori di campeggi immersi nel verde ed esploratori di parchi non solo di divertimento, e sappiamo bene di non essere i soli. Chi più di chi sceglie di viaggiare a contatto con la natura ha il desiderio di salvaguadare l’ambiente?

Certo salvare il mondo sembra un obiettivo molto più da supereroe in tutina aderente in lycra e pettorali scolpiti, ma in realtà se vogliamo continuare a goderci il nostro bel pianeta dobbiamo tutti iniziare a darci da fare per proteggerlo, e il bello è che possiamo farlo anche comodamente da casa.

L’impegno da punto di vista ambientalistico inoltre spesso va di pari passo con una riduzione dei consumi, quindi con cifre più basse da pagare in bolletta e con più soldi risparmiati per poter comprare il nuovo camper che tanto sognamo o semplicemente per viaggiare di più. Chi non lo vorrebbe?

Personalmente quando siamo via col nostro Merlino stiamo molto attenti ad evitare gli sprechi, ad esempio banalmente chiudiamo l’acqua quando ci laviamo i denti, ma lì tutto più che facile sembra necessario: nessuno ha voglia di occuparsi ogni giorno delle operazioni di carico/scarico. A casa invece tutto appare meno impellente e ci impigriamo, perdendo le buone abitudini.

Ecco quindi che abbiamo deciso di chiamare letteralmente in soccorso Chiara e Marco di S.O.S Architettura, uno studio di Torino specializzato in ecosostenibilità e nella progettazione di edifici a basso impatto ambientale.

Chi sono e cosa fanno

PRIMA e DOPO

Chiara e Marco sono una giovane coppia che condivide vita e lavoro, e insieme a loro abbiamo chiacchierato in primo luogo della loro storia.

Lui, Marco Risi, ha fatto un bel po’ di viaggi importanti dopo la laurea, e più viaggiava più si scopriva affascinato dagli edifici contemporanei, una vera e propria traccia della storia e dell’evoluzione dell’essere umano. E quando ne parla si vede proprio che i suoi occhi iniziano a brillare di passione.

Lei, Chiara Matteu, si occupava inizialmente di restauro, amando il processo con il quale veniva restituita bellezza agli oggetti deturpati dal passare del tempo. Poi si è appassionata allo studio dell’architettura contemporanea e sostenibile, ha incontrato Marco nel suo studio e da lì è nata la loro unione personale e professionale.

Ah, Chiara è anche la creatrice del nostro nuovo logo: che ne pensi?

Ecosostenibilità e bioedilizia

Oggi il loro approccio all’architettura si è evoluto verso concetti di ecosostenibilità, cercano di progettare e realizzare edifici in grado di autosostenersi dal punto di vista energetico e si occupano di riqualificazione edilizia di quelli più antichi, spesso i migliori dal punto di vista dei materiali costruttivi con cui sono stati realizzati.

Ascoltano il loro cliente, lo aiutano a capire come e perchè avvalersi di determinati materiali (non necessariamente parliamo di bioedilizia, ovvero dell’utilizzo di elementi naturali ) e trovano le soluzioni migliori per soddisfarne le esigenze di vita, sia funzionali che ambientali.

Il loro ultimo progetto

VISTA 1_SOS

Marco e Chiara sono particolarmente fieri del loro ultimo progetto, che nasce dall’esigenza del proprietario di una villa dell’astigiano di ridistribuirne gli spazi interni. Da una villa bifamiliare hanno quindi creato 4 unità immobiliari, ciascuna con il suo giardino privato e con ampie vetrate rivolte verso le vedute migliori dal punto di vista non solo paesaggistico ma anche espositivo.

Hanno poi migliorato esponenzialmente la categoria energetica dell’edificio abbattendone i ponti termici e hanno integrato e mimetizzato alla perfezione i pannelli fotovoltaici nel tetto. Il risultato, a livello di progetto, è senza dubbio un gran bell’edificio a costo 0 in bolletta.

Bello, ma…quanto ci costa?

VISTA 2_SOS

I costi per la realizzazione di uno dei progetti del loro studio di architettura non sono molto superiori a quelli necessari per qualcosa di più “classico”, e gli incentivi fiscali e i consumi ridotti azzerano il divario nel giro di pochi anni. Inoltre si riducono anche le spese mediche, perché è scientificamente provato che in queste case ci si ammala meno: la temperatura e l’umidità sono più corrette, l’inquinamento esterno è attutito, i rumori molesti sono filtrati.

Un bell’investimento sicuramente, applicabile anche a singoli appartamenti e non solo ad edifici interi.

 

I loro consigli per risparmiare

Se tuttavia non possiamo ristrutturare casa in un’ottica di architettura ecosostenibile, cosa possiamo fare per migliorare la nostra qualità di vita e salvaguardare l’ambiente?

Innanzitutto possiamo calcolare la nostra impronta ecologica, ovvero quanto il nostro stile di vita ed i nostri consumi incidono sul pianeta: dovremmo “consumare un pianeta” a testa, ma persino Chiara e Marco, che pure sono attentissimi in ogni songolo aspetto della loro vita, sforano un po’ il limite. Noi vogliamo metterci alla prova, e consigliamo anche a te di farlo: ti basterà andare su questo sito e rispondere al quiz!

Poi possiamo cercare di migliorare la classificazione energetica della nostra abitazione, anche senza coinvolgere il condominio.

Banalmente possiamo utilizzare la lavatrice a pieno carico negli orari di minor consumo, prediligere prodotti ecobio possibilmente sfusi, acquistare capi d’abbigliamento in fibre naturali, filtrare le particelle di plastica presenti nei capi sintetici infilandoli in sacchi appositi e riutilzzabili tipo questo prima di lavarli in lavatrice, acquistare alimenti al mercato appena se ne ha l’occasione, abbassare le valvole del riscaldamento centralizzato prima di arieggiare le stanze in inverno (se il termosifone si trova vicino o sotto la finestra).

 

Chiara e Marco torneranno per aiutarci ancora a salvare il mondo

 

Chiara e Marco torneranno ancora a chiacchierare con noi di ecologia, di come “salvare il mondo” e di altri loro progetti: questi ragazzi ne sanno una più del diavolo! Ne approfittiamo inoltre per scusarci dell’audio basso di questa nostra videointervista: il nostro pc ha deciso di ignorare bellamente il microfono esterno che avevamo predisposto. Il bello (e il brutto) della diretta! Anche per questo i ragazzi di S.O.S Architettura devono tornare, che ne dici?

Ti lasciamo come al solito più in basso i loro contatti e ti invitiamo ancora a fare anche tu il test per l’impronta ambientale e a condividere il tuo risultato con noi: siamo curiosi, ormai lo sai. Alla prossima!

 

Sito web: http://sosarchitettura.com/it/node/3

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/sosArchitettura/

 

Inoltre ti segnaliamo i progetti di cui Chiara e Marco hanno parlato nel corso dell’intervista e altri per loro significativi, nel caso tu fossi curioso di vederli:

 
 
 
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.