Chiara Mandich

L’abbiamo attesa per mesi, ogni volta ne rimandavano la riapertura ma…finalmente la Phantom Manor e i suoi fantasmi sono di nuovo tornati ad infestare Disneyland Paris!

Abbiamo avuto modo di provarla e di fare un paragone con la versione precedente, ma questa non è l’unica novità che ha interessato il Parco quest’anno. Tutto nuovo anche uno show al Discoveryland  Theatre, dedicato a Topolino ma che ha ben altro protagonista…

La nuova Casa dei Fantasmi e la sua storia

All’esterno tutto è rimasto quasi identico a prima, se non fosse che è stato cambiato leggermente il percorso che attraversa il giardino della casa e conduce all’ingresso dell’attrazione. Ma è appena entrati che un occhio attento ha già le prime sorprese: sono infatti stati cambiati i quadri nella prima sala e in quella dell’ascensore.

Un cambiamento da poco? Per niente.

E’ grazie a questi quadri che riusciamo infatti a capire meglio la storia della casa e dei suoi abitanti. Storia che, fino ad ora, era rimasta abbastanza nebulosa.

Se ben ricordi (e se così non fosse, cosa aspetti a scaricare e leggere la nostra guida su Disneyland Paris? E’ pure gratis!) ti avevamo raccontato della morte del padrone di casa, Mr. Ravenswood, per aver sfidato le ire di un Dio malvagio. E anche della sorte della di lui figlia, Melanie, rimasta vedova ancor prima di poter sposare il suo amato. Il promesso sposo si era infatti impiccato il giorno delle nozze, spinto ad agire così da un demone maligno. E fino ad ora non si sapeva se tale demone fosse uno spirito qualsiasi o il defunto padre della bella Melanie.

Ebbene, ora abbiamo conferma che fu Mr. Ravenswood a spingere il giovane a togliersi la vita, e scopriamo inoltre che questo padre amorevole portò alla morte altri tre pretendenti della figlia… che naturalmente, tra defunti e spiriti malvagi, perse il senno.

La presenza del fantasma di Mr. Ravenswod è molto più percepibile anche in tutto il percorso della dark ride:  troverai infatti la sua figura quasi in ogni stanza, intenta a dare il tormento a Melanie.

Sono poi stati aggiunti piccoli dettagli qua e là, ad esempio è stato cambiato lo specchio di fronte al quale Melanie è intenta a piangere: niente più forma di teschio, ma un nuovo riflesso al suo interno. Indovina di chi…?

E’ ancora più splendida e d’impatto la scena del banchetto nuziale, e anche la versione oscura di Thunder Mesa è stata tirata a lucido e resa più demoniaca.

Cosa non è cambiato?

Quella specie di cane scheletrico che ti ringhia contro al cimitero. Ecco, lui è spelacchiato e dall’aria malsana tanto quanto prima.

Abbiamo anche prova anche della sopraggiunta follia della giovane, che farà la sua apparizione per chiederti di sposarla alla fine del percorso. Ma prima di rispondere in modo affermativo, ricordati di tuo “suocero”…

Inoltre le carrozze Doom Buggies che ti portano in giro ora non cigolano più. E questo è un peccato, perché il cigolio creava un’atmosfera molto “dark” e inquietante.

La nuova Phantom Manor

Una sorpresa…sonora

Non solo rinnovamenti dal punto di vista dell’esperienza visiva, ma anche per quanto riguarda l’audio. Ora la voce che ti accoglierà all’interno della casa non parla solo in francese ma anche in inglese, e a raccontarti le tristi vicende della casa c’è Vincent Price, icona dei film horror degli anni ’50 e ’60. Un tocco di classe, vero?

Per questa nuova versione della Phantom Manor era anche stata realizzata una nuova colonna sonora, ma viste le lamentele di un gran numero di fan il tutto è stato riportato alla sua versione originaria.

Topolino e l’Orchestra Filarmagica

Ma la Phantom Manor non è l’unica novità che ha interessato il Parco Disneyland nel 2019. C’è infatti anche un nuovo, simpaticissimo show al Discoveryland Theatre, dal titolo “Topolino e l’Orchestra Filarmagica“.

Peccato che (o per fortuna, a parere nostro) il vero protagonista sia Paperino. Ebbene sì, è proprio lo sfortunato papero che quest’anno compie ben 85 anni (auguri, Paperino!) a dare il via alle danze. E lo fa prendendo in prestito dall’amico topo il suo cappello da apprendista stregone, scatenando senza volerlo un turbinio di pasticci musicali da cui farà parecchia fatica ad uscire. 

Il cartone animato in 4D ti trascinerà insieme a Paperino all’interno di alcuni dei film Disney più amati, da Aladdin a La Bella e la Bestia, un po’ come succede già nell’altro bellissimo show ai Walt Disney Studios dal titolo “Topolino e il Mago“. Che dire, secondo noi sono entrambi molto carini e godibili, con la differenza che Topolino e l’Orchestra Filarmagica è un cartone animato in 4D mentre Topolino e il Mago è uno show con attori in costume.

Orchestra Filarmagica

Il Re Leone arriva a Disneyland!

Col nuovo live action in arrivo, Disneyland Paris non poteva non puntare anche sul Re Leone per il 2019.

Ma quella dedicata a Simba e ai suoi amici è solo una stagione, niente di definitivo, quindi se vorrai godertela avrai tempo solo fino al 22 settembre. Troverai nuovi spettacoli e sfilate, e con nostro grande piacere tanto cibo a tema. Ecco, questa è una cosa che abbiamo sempre mal digerito del Disneyland parigino ma che per fortuna sta via via cambiando. Cosa ci vuole a realizzare biscotti a forma di Topolino o a cucinare alla Bella Notte i mitici spaghetti con le polpette di Lilli e il vagabondo? Niente, eppure tutto questo è realtà da poco tempo…

Per il Re Leone comunque sono stati sfornati tanti dolci dedicati alla savana e ai suoi abitanti, e potrai trovare anche un milkshake dedicato a Simba (vaniglia, crema chantilly e praline) e uno dedicato a Pumba (nutella e banana, probabilmente il nostro preferito anche se bello calorico). Finalmente!

Phantom Manor, Orchestra Filarmagica e…le nostre conclusioni

Abbiamo dovuto fare due giri alla Phantom Manor per cogliere ed apprezzare davvero i vari cambiamenti fatti, perché alcuni non balzano subito all’occhio. Ma abbiamo adorato questa nuova versione, specie perché non stravolge la versione precedente ma anzi la arricchisce. E questo non è mai scontato…

Da grandi amanti di Paperino abbiamo poi apprezzato molto anche il nuovo show, sicuramente più divertente e coinvolgente del vecchio spettacolo in 4D che era un riassunto dei vari episodi di Star Wars. E poi Disneyland ha ben pochi spettacoli nel listino, quindi uno in più di certo non fa male.

Speriamo che Disneyland Paris continui il suo percorso di rinnovamento, ma abbiamo già constatato di persona che i lavori per aggiornare i Walt Disney Studios stanno procedendo…quindi immaginiamo di dover solo avere pazienza. Speriamo non troppa pazienza, visto che le novità arrivano a Disneyland con ritmi lentissimi se paragonati a quelli di Europa Park, che sforna in media una/due nuove attrazioni ogni anno.

Ma siamo fiduciosi, dai. Ti terremo aggiornato su eventuali altre novità e sviluppi, e intanto…alla prossima!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.