fbpx
Chiara Mandich

Perché riprendere in 4K nativo?

Questa domanda ci è stata posta da vari amici e conoscenti, fedeli a formati precedenti anche se di qualità inferiore, e noi vogliamo approfittare di questo post per spiegare il nostro punto di vista. Se ti diletti infatti anche tu nel girare video, amatoriali o meno che siano, potrai magari trovare interessanti alcune nostre considerazioni in merito.

Nuovi strumenti a disposizione

Ormai la tecnologia digitale di ripresa amatoriale avanza di giorno in giorno con passi da gigante, ed è alla portata di tutti poter registrare i propri video in formato 4K nativo.

Dalle fotocamere compatte Panasonic, alle mirrorless Sony, alle action cam GoPro e simili, fino ai droni e ai Gimbal stabilizzati come l’Osmo …non hai che l’imbarazzo della scelta!

Ovviamente molto dipende dal tipo di ripresa che vuoi fare e dal tipo di attrezzatura e di ingombro che ti sono più congeniali.

I droni

Mavic 2 Pro

Partiamo dal concetto più banale: i droni ti saranno utili qualora tu voglia fare riprese aeree. Non tutti i droni però sono uguali e ti restituiscono una qualità delle immagini ottimale…

Noi, come sai, abbiamo un Mavic Pro e accarezziamo sempre l’idea di spostarci verso il Mavic Pro 2. Questi sono droni altamente performanti, stabilizzati, con una facilità di pilotaggio estrema…ma non sono le uniche opzioni disponibili. Di buon livello infatti anche i nuovi Xiaomi Fimi o i Parrot Anafi

Occhio però alle regole di volo e ai divieti: infatti non potrai svolazzare ovunque libero e felice come un uccellino. Tra l’altro, occhio anche ai pennuti!

Fotocamere compatte

fotocamere compatte Panasonic

Di ingombro ridottissimo, al punto da potertele portare dietro comodamente nel taschino, sono l’ideale per avere sempre con te uno strumento adatto a riprese impreviste. Magari stai passeggiando e ti imbatti in un branco di cavalli al galoppo? Bene, puoi riprenderli nel giro di un attimo. E poi magari spiegaci anche dove li hai trovati questi cavalli scalpitanti, perché quelli che troviamo noi sono sempre immobili ed addormentati.

Tra le fotocamere più conosciute al mondo troviamo le compatte Panasonic, pensate apposta per fare riprese in 4K nativo.

Mirrorless

Il massimo della flessibilità per via dei loro obiettivi intercambiabili, leggerissime…ma solo a patto che tu sappia ponderare bene quali obiettivi portare con te! Il costo purtroppo è ancora molto elevato, ma altrettanto elevata è la qualità che offrono.

Un esempio fra tutti di mirrorless di ottima qualità sono le Sony.

Action Cam

Action Cam

Piccolissime, in grado di effettuare riprese in situazioni molto estreme e particolari: sott’acqua, a bordo di un’attrazione in un parco di divertimenti…ovunque tu voglia. Sono molto compatte e necessitano di vari tipi di supporto in base all’utilizzo che vuoi farne: imbragature, sostegni, custodie subacquee…

La più celebre è la GoPro, ma ne esistono tante altre di ottima fattura. Un esempio? La Yi.

Gimbal stabilizzati

osmo pocket

Pro: ottima stabilizzazione meccanica, che permette di eliminare praticamente ogni vibrazione.

Contro: hanno un solo obiettivo, a focale fissa

Però quanta scena fa usarle…! Ogni volta che riprendiamo con il nostro Osmo, di cui ti abbiamo parlato anche nel post sulla nostra attrezzatura fotografica tantissimi curiosi ci fermano per saperne di più su questo strano congegno.

Ora è uscita anche la versione Pocket: molto più piccola e maneggevole, stessi “contro”…ma ti faremo sapere al più presto le nostre impressioni, perché è già nella nostra wish list.

Perché riprendere in 4K nativo?

Bene, questo per quanto riguarda la strumentazione disponibile. Ma ancora non abbiamo risposto alla domanda centrale: perché riprendere in 4K nativo?

Sottolineiamo la parola “riprendere”: infatti i nostri video vengono pubblicati su Youtube (a proposito, sei iscritto al nostro canale?) in HD, poiché la maggior parte dei supporti che gli utenti utilizzano per visualizzarli, come ad esempio monitor e tv, sono in HD.

Il fatto però di riprendere in 4K nativo ci permette una maggior libertà in termini di post-produzione. Possiamo infatti disporre di una quantità di dati molto più alta di quella che avremmo riprendendo direttamente in HD…Parliamo di circa il doppio! Quindi più libertà per gestire zoom e movimenti di camera, anche quando utilizzi un obiettivo a focale fissa come quello dell’Osmo. Mica male, no?

Se giri video anche tu facci sapere che ne pensi e che strumenti usi…e se ancora non ci segui su Youtube, fai un salto sul nostro canale: potrai rimirarci in tutta la nostra spettacolare beltà spettinata. Alla prossima!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.