fbpx

Orrido Sant'Anna: il canyon di Cannobio

Oggi ti vogliamo parlare dell’Orrido Sant’Anna, un vero e proprio spettacolo della natura a due passi da Cannobio e dal Lago Maggiore.

Prima di tutto chiariamo cos’è un orrido, perchè il nome fa presagire qualcosa di brutto…ma brutto non lo è per niente! Si tratta semplicemente di un canyon, una gola profonda nella roccia scavata dalla forza di un fiume.

In questo caso il fiume è il Cannobino, e l’Orrido si trova a soli 3km dalla sua foce.

Orrido Sant Anna dal drone

Come raggiungere l’Orrido

Potrai arrivare sulla cima della parete rocciosa in auto o in pullman attraverso una tranquilla e solida strada asfaltata, oppure fare come noi e dedicarti al trekking. Infatti sia che tu parta dal Camping Riviera a cui siamo tanto legati, sia che inizi la tua escursione dall’area sosta di Cannobio, ti basterà seguire il corso del fiume.

Dall’area sosta in realtà avrai bisogno di attraversareil fiume Cannobino per spostarti sulla riva opposta, e noi ti consigliamo di usufruire del simpatico Ponte Ballerino: circa 60 metri di una sorta di ponte tibetano, sballonzolante e creato negli anni ’30…Oggi è una delle attrazioni turistiche di zona, e uno dei non tantissimi ponti tibetani in Italia.

Quindi raggiungerai il percorso per mountain bike e passeggiate appositamente creato. E’ molto piacevole, immerso nel verde e nei boschi, di facile percorrenza…ma tieni conto che il terreno è sterrato e con varie pietre sparse, quindi munisciti di scarpe adeguate.

E’ indicato per i diversamente abili? Dipende dal tipo di sedia a rotelle di cui disponi.

Dopo circa mezz’ora…eccoti di fronte Sua Maestà l’Orrido di Sant’Anna!

Cannobio il ponte ballerino

L’Orrido dal basso…

La gola è stretta, le acque che vi scorrono attraverso spesso sono impetuose e profonde fino a 25 metri, e non si può non rimanerne colpiti. In molti qui d’estate fanno il bagno visto che il fiume raggiunge una temperatura di circa 15° in estate, e c’è anche chi si dedica alle immersioni.

Quando siamo venuti noi l’ultima volta, in autunno, in realtà l’acqua era calma e di un verde stupefacente, ma non siamo riusciti a scorgere le trote fario che le abitano.

Sai riconoscere una trota fario? E’ un pesce allungato di colore tra il marroncino e l’argento a livello dorsale, mentre il ventre è chiaro. Tipiche le macchioline scure che ricoprono dorso e fianche…non potrai non riconoscerla!

Abbiamo scattato qualche foto dall’esterno dell’Orrido Sant’Anna col nostro drone e fatto qualche ripresa, ma ci piacerebbe mandare il Mavic in esplorazione all’interno della gola. Chissà che prima o poi…

Orrido dal basso

… e dall’alto

Volendo potrai raggiungere la sommità delle pareti rocciose percorrendo una serie di gradini larghi ma faticosi. Una volta giunto in cima tre sono le cose che desteranno il tuo interesse, complesso dei bagni a parte (che a volte fa tanto piacere vedere, detto tra noi…)

  • La Chiesa di Sant’Anna, risalente al 1683. Pare che all’interno si trovi uno stupefacente altare con colonne tortili di marmo nero, ma noi non abbiamo mai avuto il piacere di verificarlo: abbiamo sempre trovato la Chiesa chiusa.
  • Il ponte medievale, piccolo e che sembra stare in piedi per miracolo. Fino a poco tempo fa era percorribile a piedi, ma attualmente è vietato il passaggio.
  • Il ristorante Grotto Sant’Anna, che non abbiamo personalmente mai provato ma che ci ispira tanto…quindi vedremo di colmare quanto prima questa nostra lacuna. Anche perchè pare si mangi davvero bene, e di certo la location è suggestiva…
La gola dell'orrido dall'alto

Orrido Sant’Anna: considerazioni finali

Per noi questa è una passeggiata fissa ogni volta che ci troviamo a Cannobio. Troviamo particolarmente rilassante camminare immersi nella natura e nella tranquillità, e solitamente quando poi raggiungiamo l’Orrido Sant’Anna ci divertiamo a guardare i cani che si lanciano in acqua per inseguire pesci o bastoncini.

Non sempre saliamo verso la Chiesa, dipende da quanto fiato sentiamo di avere in corpo (ti ricordiamo che abbiamo la vitalità di due bradipi morti…), ma quando ci decidiamo dobbiamo ammettere che il panorama vale la fatica.

Adesso stiamo adocchiando gli Orridi di Uriezzo…Tu ne avete altri da consigliarci?

Orrido Sant’Anna

Via Sant Anna, 28822 Cannobio VB

Sito web: http://www.lagomaggiore.net/34/orrido-di-sant-anna.htm

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.