Obiettivo Yongnuo 50 mm 1.8: il nostro nuovo giocattolino

Era da un po’ che ci stavamo dietro, combattuti tra la tentazione di testare questo obiettivo dal nome impronunciabile e il timore di buttare via i nostri soldi.

Solo 50€, ok, ma sempre soldi sono.

E alla fine abbiamo ceduto: abbiamo comprato lo Yongnuo 50 mm 1.8.

La prima cosa che abbiamo capito è che non saremmo mai stati in grado di pronunciare correttamente il nome, motivo per cui, volendo evitare di insultare per sbaglio con il nostro cinese pessimo la mamma di qualcuno, abbiamo deciso di ribattezzarlo “Ugo“.

Un giocattolo leggerissimo

yongnuo 50 mm 1.8

La prima impressione che abbiamo avuto maneggiando lo Yongnuo 50 mm 1.8 è la sua estrema leggerezza: pesa circa 150 grammi. Si sente che è plasticoso, e tra l’altro realizzato con quella plastica “cheap” che ti aspetti si sgretoli da un momento all’altro…invece no. Ugo è rimasto gagliardamente ancorato al nostro corpo macchina, saldo e solido come una roccia.

Certo va da sé che un po’ di accortezza nel maneggiarlo è necessaria: sempre di plastica si tratta, e il rischio di romperlo non è da escludere.

La prima impressione non è stata dunque positivissima per via del materiale, ma visto che siamo testardi siamo andati a provarlo sia dal alto fotografico che video.

Le foto con Ugo…

Chiara alla caccia dei Big Five

Anche qui lo Yongnuo 50 mm 1.8 ci ha stupiti positivamente. Ugo non scatta niente male!

Soprattutto rapportato al prezzo che l’abbiamo pagato.

Come ci aspettavamo è piuttosto luminoso, ma l’autofocus risulta un po’ lento.

Inoltre, ma anche questa non è una sorpresa, Ugo non rende al massimo con diaframma molto aperto (valori bassi di f): vignetta e dà aberrazione cromatica, ma molti suoi colleghi più blasonati danno lo stesso tipo di problema.

…e i video

Questo obiettivo a focale fissa non è stabilizzato, e anche la macchina su cui l’abbiamo montato non lo è. Quindi i video vengono tutti mossi…a meno che tu non disponga di un cavalletto.

Per il resto presenta gli stessi dentici problemi riscontrati già con le foto alla massima apertura del diaframma.

Tutto sommato, con le dovute accortezze, anche in questo settore lo Yongnuo 50 mm 1.8 non se la cava poi malissimo.

Yongnuo 50 mm 1.8: lo consigliamo?

Vignettatura Yongnuo

Sì…e no. Ugo non è sicuramente un obiettivo ad alte prestazioni, quindi se ami davvero scattare fotografie con un obiettivo a focale fissa 50 mm, magari qualche bel ritratto, ti consigliamo di orientarti su obiettivi di fascia (e prezzo) decisamente superiore.

Ma se come noi vuoi soltanto giocare un po’ e sperimentare con un’ottica “insolita” per te…beh, allora questo Yongnuo potrebbe anche fare a caso tuo senza spendere alte cifre. Anzi.

L’estrema leggerezza poi può essere un vantaggio, se ti ricorderai di trattarlo con la dovuta delicatezza; di contro, può essere estremamente fragile…almeno così a occhio.

Ricordati di sceglierlo, nel caso, con l’attacco adatto alla tua macchina (di sicuro c’è sia per Nikon che per Canon, ma potresti trovarne anche con attacchi per altri corpi macchina).

Ti lasciamo alla nostra video recensione più dettagliata quindi e…alla prossima!

 

Condividi su:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn