fbpx

Mercatini di Norimberga: Tradizionali e Curiosi, ma Non Tutti

I mercatini di Norimberga sono tra i più antichi in assoluto: pensa che la prima traccia scritta che li testimonia risale al 1628! Quindi non potevamo proprio non andare a curiosare, e crediamo davvero siano tra i mercatini di Natale in Europa da non perdere assolutamente.

Ma…

Beh, ogni bella storia che si rispetti inizia con un “ma”, e questa non fa differenza.

La nostra perplessità

Ma, dicevamo, non è stato amore a prima vista quello fra noi ed i mercatini di Norimberga.

Si spandono in gran parte del centro storico (che poi interamente storico non è, ma questa è un’altra storia e la approfondiremo meglio in un altro momento), e i primi in cui siamo incappati appena scesi dalla metropolitana ci hanno davvero delusi.

Di natalizio infatti non avevano assolutamente nulla, e sembrava piuttosto di essere ad un mercatino rionale. Bancarelle sparse, poco illuminate, zero atmosfera festosa.

“E’ uno scherzo?” ci siamo chiesti, mentre in noi la delusione montava. 

Tanto osannati, tanto pubblicizzati, tanto decantati, e poi…il nulla.

In realtà bastava continuare lungo la strada con un po’ di ottimismo e fiducia per imbattersi nei “veri” mercatini.

La storia e le curiosità

Prima di raccontarti però la magia dei mercatini di Norimberga, ci sembra doveroso farti capire un po’ come funziona il tutto.

Ti abbiamo già detto che questi mercatini risalgono almeno al 1628, ma la cosa più affascinante non è tanto l’età che hanno quanto piuttosto le tradizioni che li riguardano.

La loro apertura, ad esempio: la cerimonia di inaugurazione dei mercatini avviene dopo il crepuscolo, esattamente alle 17.30 del venerdì precedente alla prima domenica dell’Avvento, quando l’Angelo del Natale di Norimberga si affaccia dal portico del coro della Chiesa di Nostra Signora e recita alcune parole accompagnato da un coro di voci bianche (lo Junge Chor Norimberga).

A questo punto le 180 bancarelle del mercatino del Bambin Gesù, o Christkindlesmarkt, si accendono di mille luci e la magia ha inizio in tutta la Hauptmarkt.

Un’ultima curiosità: sai che presso i mercatini di Norimberga è vietato l’utilizzo di decorazioni in plastica? Sono ammessi solo addobbi in stoffa ad abbellire la struttura in legno degli chalet, ed ecco perché Norimberga è anche nota come “Piccola città di legno e tessuto“.

Altri divieti sono i jingles natalizi no-stop e le giostrine non tradizionali.

Lebkuchen e Zwetschgenmännle

Non sono parolacce, anzi…sono i nomi di cose davvero deliziose!

 I lebkuchen sono i buonissimi biscotti speziati natalizi nati proprio a Norimberga, morbidi e ricoperti o meno di cioccolato. Inutile dire che questi ultimi sono però i nostri preferiti…

Sono davvero golosi e ti consigliamo di gustarli direttamente sul posto, ma sappi che se non puoi recarti sotto Natale in un paese tedesco potrai trovarne alcune versioni nei supermercati a marchio Lidl.

Il loro profumo, quando sono tutti ordinatamente disposti sulle bancarelle, permea l’aria e si mescola a quello delle salsicce e dell’immancabile glühwein, il nostro vin brulé.

Sì, lo sappiamo, te ne abbiamo già parlato tante volte dei profumi dei mercatini di Natale dei Paesi di lingua tedesca, ma…è proprio il profumo delizioso che solletica prima le narici e poi le papille gustative che ti rapirà subito, prima ancora di bighellonare tra le bancarelle.

Lo zwetschgenmännle è un’altra caratteristica dei mercatini di Norimberga. Si tratta di un piccolo omino realizzato con stoffa e prugne secche, e le sue versioni preziose in oro, argento e bronzo fungono da trofeo assegnato dall’Amministrazione Comunale ai banchetti meglio allestiti.

I prodotti tipici

Oltre a quelli che ti abbiamo citato, i mercatini di Norimberga ospitano tanti altri prodotti tipici della tradizione tedesca, dalle decorazioni per l’albero di Natale alle statuine per il presepe. Spesso si tratta di articoli artigianali, e come ti abbiamo detto qui è bandita la plastica.

Noi personalmente abbiamo infatti trovato tantissimi oggetti in vetro, stoffa e legno, e anche alcune decorazioni natalizie in stile biedermeier, tanto rustiche quanto natalizie.

Come da tradizione poi troverai in vendita tantissime candele e stelle luminose, a testimonianza di quanto i popoli più a Nord di noi amino la luce.

I mercatini più particolari

I mercatini che più ci hanno stupiti sono però quelli internazionali, nella Piazza del Municipio. Non si tratta di una rappresentanza casuale di Stati e città estere, perché sono chiamate ad esporre qui in quest’occasione solo le città gemellate con Norimberga. 

Abbiamo trovato stand indiani, palestinesi, scozzesi, americani e persino italiani: a rappresentarci ai mercatini di Norimberga la città di Verona.

Davvero bello questo tocco “straniero” in  mezzo a tanta tradizione tedesca, e la cosa più strana è che non stonava minimamente in questo contesto, anzi!

Avremmo voluto comprare tantissime cose, ma raramente qui la merce è a buon prezzo. Ed è giusto così, visto che la maggior parte dei prodotti sono biologici e/o artigianali.

Una fiaccolata verso il castello

Tornando al discorso delle luci, sai qual è uno dei momenti più tipici durante lo svolgimento dei mercatini di Norimberga?

La “processione delle lanterne verso il castello“, che come dice il nome è una processione con lanterne realizzate a mano che vede protagonisti i bambini nella giornata di giovedì. La comitiva, sempre piuttosto numerosa, parte dal ponte Fleishbrücke e arriva fino al castello, e assistere alla parata dev’essere davvero molto suggestivo: noi purtroppo stavolta ci siamo persi lo spettacolo!

Dove dormire col camper 

Per dormire a Norimberga col tuo camper hai a disposizione varie alternative, prima fra tutte un’area sosta gratuita. Noi invece abbiamo scelto il Camping Knaus, e in tutta onestà ce ne siamo un po’ pentiti…

Raggiungere i mercatini

Per fortuna raggiungere i mercatini è molto semplice, visto che questi si trovano in pieno centro storico. Ti basterà usufruire del servizio di trasporto pubblico, treno o metropolitana in particolare, e ti consigliamo di acquistare un biglietto giornaliero. Te ne basterà uno solo e potrai viaggiare insieme ad un massimo di altre cinque persone. Non male, vero? 

Mercatini di Norimberga: le nostre conclusioni

Anche se ci aspettavamo di più dai famosissimi mercatini di Norimberga, non possiamo dire che non ci siano piaciuti. L’inizio, con tutte quelle bancarelle in stile mercato rionale, è stato davvero deludente, ma poi l’atmosfera si è creata. La location del centro poi è davvero stupenda, in particolare intorno alla Fontana Bella e sotto la Chiesa di Nostra Signora, un tripudio di gotico e bellezza.

E poi ci siamo riempiti la pancia con tante specialità culinarie, primi fra tutti i meravigliosi würstel con cui abbiamo farcito un panino. Ma resistere alle tentazioni ai mercatini è davvero impossibile!

Molto bello il Mercatino Internazionale delle Città Gemellate, anche perché totalmente inaspettato per noi.

Tieni comunque presente che questi mercatini sono davvero presi d’assalto, quindi se come noi non ami particolarmente la folla potresti uscirne un po’ con i capelli dritti…ma è una cosa da mettere in conto, perché quelli di Norimberga sono davvero mercatini famosi.

Sono tra i più belli che abbiamo visto?

No, diciamo che abbiamo preferito per ricchezza quelli di Vienna…ma forse siamo anche rimasti un po’ demoralizzati dalle tante disavventure col camper che ci sono capitate in quei giorni.

Quindi che dire, dovremo tornarci per giudicare a mente sgombra!

Sei mai stato ai mercatini di Norimberga? Ti sono piaciuti? Confrontiamoci, dai, e…alla prossima!

 

Mercatini di Norimberga: dal 29 novembre 2019 al 24 dicembre 2019

Cerimonia d’apertura: 29 novembre 2019 dalle ore 17.30

Tutti i giorni: dalle ore 10.00 alle ore 21.00

24 dicembre: dalle ore 10.00 alle ore 14.00

Sito web: https://www.bavieraturismo.it/esperienze/citta-campagna-cultura/mercatini-di-natale/mercatino-di-natale-norimberga/

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.