Il parco Efteling: l’ispiratore di Disneyland

Chiara Mandich
[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Video_Widget”]

Il parco Efteling è uno dei parchi tematici più antichi al mondo ed è il più vasto dei Paesi Bassi. Inaugurato nei primi anni’50, leggenda vuole che ispirò nientemeno che Walt Disney per la creazione del suo primo parco di divertimenti in America. Ma anche se questa è appunto solo una leggenda, è invece realtà che Efteling servì da spunto per la creazione di Disneyland Paris.

Noi avevamo in programma di trascorrerci una sola giornata, dal momento che l’ingresso al parco era compreso nei nostri abbonamenti annuali ad Europa Park, ma ancora prima di varcarne i cancelli abbiamo deciso di prolungare la nostra permanenza. Siamo infatti stati subito conquistati dall’atmosfera magica che si diffondeva ovunque, e anche incontrare un vecchio stregone che ricordava vagamente un Mago Merlino ubriaco ha fatto la sua parte. “E’ un posto folle!” abbiamo subito pensato…Pertanto era perfetto per noi.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Il parco

Mai la definizione di “parco” è stata più azzeccata. Sì perché Efteling, da cui si accede passando attraverso l’enorme ed iconica struttura con tetto appuntito in paglia che ospita le biglietterie, è principalmente un parco. Nel senso di giardino, di spazio verde. Anzi, più che un giardino è un bosco, una foresta, con più aree naturali che attrazioni. In effetti sembra quasi che le giostre siano lì per caso, giusto per riempire qualche spazio, e questo rende Efteling molto peculiare e molto piacevole da visitare anche nei periodi più caldi. Di sicuro infatti l’ombra non manca!

 

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Anch’esso, come molti altri parchi tematici, è suddiviso in land. Qui sono 4, e inizialmente erano nominate secondo i punti cardinali. Poi il parco Efteling è stato riorganizzato e le quattro land sono diventate il Reame dei Viaggi, il Reame delle Fiabe, il Reame Ruvido (!?!) e il Reame Differente. Non sono suddivisioni nette però, e noi in realtà abbiamo individuato più che altro 3 macro aree : la zona magica, che sembra davvero abitata da elfi e fatine, la zona dei rollercoaster e delle giostre più adrenaliniche, indiscutibilmente più moderna e più compressa, e una zona esotica, con atmosfere arabeggianti e sudamericane.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Le attrazioni

Tutto il parco Efteling è a misura di bambino, con alcuni spazi riservati solo e soltanto a loro…o dove i genitori, per via della loro stazza, si troveranno in grande difficoltà. È il caso ad esempio del labirinto e del trenino a pedali. Tantissimi poi i caroselli, sparsi in diverse zone del parco.

Ma a Efteling di certo non mancano attrazioni per tutti, anche per i più grandi.

Tipiche del parco le dark ride: Symbolica è la novità di Efteling, molto curata e persino interattiva…non puoi perdertela!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Celebre anche Droomvlucht, un viaggio nei reami magici in compagnia di più di 100 automi. Assurdo Carnaval Festival, una sorta di It’s a Small World con una musichetta che ti resterà, purtroppo per te, impressa nel cervello. In ultimo Fata Morgana, davvero molto kitsch!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Tra i rollercoaster abbiamo Joris e il Drago, un wooden coaster in cui i due convogli presenti si sfideranno su circuiti paralleli a chi arriva prima, Python, un classicissimo ottovolante con lo stesso tracciato di Magic Mountain di Gardaland, e Baron, un coaster a caduta verticale. C’è anche Vogel Rok, coaster al buio…fin troppo: non vedrai nulla!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Ti bagnerai su Pirana, i classici gommoni sulle rapide, e sull’ Olandese Volante, mezzo dark ride e mezzo coaster con megasplash finale.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

In ultimo PandaDroom, il cinema 4D con tematiche ecologiste, e le barchette di Gondoletta, su cui farai un giro di ben 20 minuti su uno dei laghi di Efteling…ma zero tematizzazione purtroppo!

Ci siamo purtroppo persi il Bob, che era chiuso, e Villa Volta, una sorta di Mad House che da fuori ci sembrava fatta molto bene. Non siamo poi riusciti a capire quale fosse l’entrata della Casa Stregata, ma probabilmente siamo tardi noi.

I walk through

Non si può parlare del parco Efteling senza menzionare la Foresta delle Fiabe, che è stata la prima parte del parco ad essere creata da Anton Pieck. Si tratta di una vera e propria foresta all’interno della quale dovrai seguire un percorso che ti porterà a scoprire le favole più famose d’Olanda e del mondo. Alcune di esse sono ben note anche a noi, come la Bella Addormentata e Pinocchio, che però non viene inghiottito né da un pescecane né da una balena, ma da una sorta di incrocio tra un brutto pesce rosso ed un kraken.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Altre fiabe non le conoscevamo affatto, probabilmente sono tipiche di altre parti del mondo e alcune sicuramente dell’Olanda. Una di quelle più rappresentative è la favola di Langnek, che supponiamo significhi “Lungo Collo” dal momento che uno dei protagonisti è un tizio il cui collo cresce fino a diventare lunghissimo. Ed è anche uno dei simboli del parco, quindi sicuramente lo avrai già visto!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Tieni conto che per vedere tutto impiegherai un’eternità: la Foresta delle Fiabe occupa ben 61000mq sui 72 ettari dell’intero Efteling!

Altro walk through degno di nota è il Diorama, che rappresenta un mondo incantato con castelli, ferrovie, paesi, montagne innevate…Il giorno si alterna alla notte, il sole alla pioggia…è bellissimo, e si trova in una struttura al coperto che ospita anche uno dei tanti caroselli del parco. Merita una visita, quindi non perdertelo!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Infine ti segnaliamo l’Efteling Museum, che come potrai facilmente intuire è il museo dedicato al parco. Troverai al suo interno automi dismessi, foto e racconti sul parco Efteling, che è stato visitato pure dalla Regina D’Olanda, e qualche aneddoto divertente: ad esempio, lo sapevi che per errore il parco è stato allagato il giorno prima dell’inaugurazione? Quando si dice farsi prendere dall’emozione…!

Gli spettacoli

Noi abbiamo assistito ad un solo spettacolo, Raveleyn. È una sorta di esibizione di cappa e spada con cavalli, maghi cattivi e cavalieri eroici, ma la trama, per quello che abbiamo capito, non è niente di nuovo. Anche gli effetti speciali sono “un po’ così”. Ecco, diciamo che abbiamo visto spettacoli dello stesso genere eseguiti molto meglio, come ad esempio a Puy du Fou.

In ogni buon parco tematico non può poi mancare lo spettacolo di chiusura. Qui è Aquanura, uno show di musica e giochi d’acqua che avviene presso il lago che si trova all’ingresso di Efteling. Carino, ma niente di ché. Ci aspettavamo qualcosa di più epico, più giochi d’acqua, più luci…più tutto. Invece è un po’ ripetitivo, e quando finisce ti resta un po’ di amaro in bocca. Magari sarà molto più suggestivo alla sera, ma quando siamo stati noi al parco Efteling questo chiudeva alle 18.00, quindi ben prima del tramonto.

C’è anche un teatro, che però apre soltanto in occasioni particolari.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-24"}}”>[/siteorigin_widget]

Mangiare e bere

Attrazioni e show mettono fame e sete, quindi sicuramente vorrai sapere qualcosa dei locali presenti nel parco.

Ce ne sono tanti, per tutti i gusti, e non mancano poi anche numerosi stand sparsi qua e là. La birra come sempre vince il premio come bevanda più conveniente, ma questo è tipico dei Paesi di zona. Ottimo il salmone che abbiamo assaggiato presso il Panorama à la carte: porzioni abbondanti, adeguate a soddisfare la fame di un adulto medio, e prezzi convenienti.

Altro posto da segnalare è Polles Keuken. Noi non avevamo mai assaggiato dei pancakes, e oggettivamente non potevamo continuare a vivere così. Quindi è stato quasi un obbligo morale provare i famosi pancakes del parco Efteling prodotti da Polles, la cui ricetta compare anche nel libro di cucina in vendita nel parco. Abbiamo scoperto che i pancakes, che possono essere sia serviti con condimenti dolci che salati, sembrano delle frittate, ma con un sapore più “frittelloso”, e che sono enormi. Noi pensavamo di mangiare le frittelline piatte e ciccione che si vedono nei film americani, e invece queste sono dimensione pizza. Ottime, e si vede che questo è il modo di cucinare pancakes nei Paesi Bassi…

La cosa curiosa è che poi una parte della cucina, che in realtà è finta, ogni tot di tempo prende vita, e scodelle e pentole cominciano a vorticare all’impazzata: divertentissimo, ma la prima volta ci è preso un colpo!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-26"}}”>[/siteorigin_widget]

Le nostre conclusioni

Sicuramente Efteling è un parco godibile da persone di ogni età, e noi ti consigliamo di trascorrervi un paio di giorni per avere la certezza di fare tutto. Non tanto per le code, che non sono così lunghe anche se noi abbiamo trovato parecchie gite scolastiche di fine anno, quanto piuttosto per gli orari di chiusura del parco stesso.

Che sono striminziti a dir poco: in giugno il parco Efteling è aperto solo dalle 10.00 alle 18.00, e non c’è davvero abbastanza tempo per vedere tutto. E’ aperto tutto l’anno e gli orari di apertura variano, quindi tienili d’occhio!

Molti i locali per mangiare e bere, come abbiamo già detto, ma avrai anche la possibilità di portarti del cibo da casa e risparmiare un po’.

Dovete prelevare dei contanti? I bancomat sono fantastici, a forma di forziere gigante che si apre e si chiude!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Molto ampi i parcheggi, sia per le auto che, senti senti, per le bici: una zona dall’altro lato del parco è interamente riservata ai veicoli a pedale, per parcheggiare i quali però dovrai pagare qualcosa.

Per chi a differenza nostra non ama campeggiare, sappi che sono presenti 3 hotel di lusso ad Efteling e dei villaggi con bungalow e casette: davvero carini!

E, altra chicca: al parco Efteling c’è anche un campo da golf con 18 buche…

Parliamo infine dei prezzi: noi siamo entrati un giorno gratis sfruttando l’abbonamento ad Europa Park, il giorno seguente pagando un biglietto a prezzo intero a testa del costo di circa 40€. Sono però previste riduzioni per bambini piccoli, disabili, gruppi e c’è la possibilità di sottoscrivere un abbonamento.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]

Il parco Efteling: contatti

Efteling

Europalaan 1
5171 KW Kaatsheuvel
Netherlands

Sito web ufficiale: https://www.efteling.com/en

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.