Halloween a Mirabilandia: tra Zucche, Fantasmi e Talismani Magici

Pochi giorni fa siamo andati a festeggiare Halloween a Mirabilandia, e dobbiamo confessarti che nel nostro carnet questo Parco mancava del tutto.

E’ quindi con grande curiosità che abbiamo varcato i cancelli un sabato mattina di ottobre, dopo una notte trascorsa col nostro camper presso l’area sosta di Mirabilandia. In cielo un pallido sole ed un’arietta frizzantina che si sarebbe un po’ scaldata durante il corso della giornata.

Premettiamo che in questo articolo ti racconteremo la nostra esperienza relativa solo e soltanto alla stagione di Halloween, e non al Parco in generale: per quello dovrai infatti aspettare ancora un po’…

Il primo assaggio

Ad accoglierci fin da subito le mascotte di Mirabilandia, tutte vestiti da mostri o fantasmi così come gli altri figuranti presenti. C’erano vampiri, spaventapasseri, streghe…

Tutto intorno ragni giganteschi (sigh!), ragnatele e zucche, e persino delle balle di fieno vestite e truccate in modo tale da sembrare dei mostri. Una di queste sculture, il vampiro, ci ha ricordato tantissimo un Minions.

La tematizzazione in generale era buona, ma non travolgente come quella di Europa Park. Che, ammettiamolo, forse tende a calcare fin troppo la mano in tema di decorazioni…

Una cosa che ci ha colpiti da subito era la presenza di alcuni cartelloni lungo le vie del Parco, una specie di “manuale di sopravvivenza” per affrontare al meglio la sera.

Mostri all’attacco all’Halloween Horror Festival

E’ infatti alla sera, nel periodo di Halloween a Mirabilandia, che le cose si fanno davvero interessanti. Troverai infatti in giro, ma solo in zone prestabilite, decine e decine di figuranti travestiti e truccati benissimo.  Verso l’area Reset prenderanno vita i mostri di film e telefilm, dal Labirinto del Fauno a Stranger Things, mentre nel vecchio West troverai per lo più zombies. Infine nella zona di Katun troverai steampunk vittoriani, tanto affascinanti ed eleganti quanto letali. Fanno davvero impressione sia nell’aspetto che per come si muovono e si approcciano a te, quindi te lo diciamo subito: se sei un fifone, evita come la peste le zone riservate ai mostri (che sono ben segnalate) e gira al largo! E anche se hai meno di 12 anni stanne lontano.

Se invece, come noi, questi incontri horror ti divertono, buttati nella mischia! Ricordati che nessuno degli attori potrà toccarti, ma potrà spaventarti. Anzi, dovrà farlo. Di contro, tu non potrai indossare travestimenti capaci di renderti irriconoscibile, non potrai toccare gli attori e non dovrai far nulla per spaventare gli altri visitatori del Parco.

Sei fifone ma vuoi lo stesso visitare le zone horror? Puoi munirti di un magico amuleto al costo di 6,50€, una collana molto kitsch a forma di zucca che si illumina come un albero di Natale e che terrà i mostri lontani da te. C’era gente che brandiva queste collane come un esorcista brandisce il crocifisso…

Ma dobbiamo ammetterlo, l’esperienza di passeggiare per le zone horror ci è piaciuta un sacco! Anche se questa, purtroppo, è un’esperienza che potrai vivere solo quando il Parco resta aperto la sera, e quindi non durante tutta la durata di Halloween a Mirabilandia. E’ un peccato, ma in effetti è il buio che rende così speciale e da brivido l’esperienza.

I tunnel per adulti…

Per calcare ancora un po’ la mano, gli adulti potranno percorrere anche 5 tunnel speciali, ognuno di essi popolato da creature malvagie ed estremamente tematizzato.

Il primo è quello dedicato alla Llorona, una madre che cerca di vendicare la morte del figlio andando in cerca del sangue di altre vittime innocenti. Ecco, se hai visto Coco della Disney ti renderai conto che si tratta di un personaggio decisamente più cupo di quello che conosci…

Abbiamo poi Malabolgia, che ti farà incontrare Lucifero dopo aver percorso vari gironi infernali, e Psyco Circus, un labirinto di trappole all’interno del quale si aggira un clown assassino.

Infine Acid Rain, che ti porta a contatto con la devastazione causata da una pioggia radioattiva, e Benvenuti a Paradise Camp. Ecco, questo è il tunnel ideale per noi amanti dei campeggi…  o forse no, perché non guarderai più un camping con la stessa serenità.

Legends of Dead Town invece è particolare, perché richiede il pagamento di un’extra per guadagnarsi l’accesso.

Non troverai qui foto dei tunnel, perché è tassativamente vietato sia riprendere che fotografare. Si vuole mantenere l’effetto sorpresa giustamente, ed anche per questo non ti sveleremo nulla di più. Ricordati solo che gli attori in maschera, come già nelle horror zone, potranno spaventarti ma non toccarti. E che anche qui funziona il magico talismano, grazie al quale potrai girovagare in pace ed essere ignorato da tutti i mostri.

…e quelli per bambini

Se le horror zone e ed i tunnel precedenti sono vietati ai più piccoli, lo stesso non vale per gli altri due percorsi presenti ad Halloween a Mirabilandia. Anzi, questi sono proprio riservati ai bambini!

Il mood è molto meno dark e piuttosto fiabesco e colorato, ma è giusto così.

Il primo è il Ponte dei Ricordi, e questo sì che ricorda Coco, il capolavoro di animazione Disney! Il tema è il punto di unione tra la vita e la morte, rappresentato da un ponte ricoperto da fiori colorati e profumati, davvero molto bello.

Il secondo è il Labrivinto Stregato, ovvero un labirinto da brividi con sorprese dietro ogni angolo. Perché anche i bambini hanno diritto alla loro dose di Halloween e paura…

L’esperienza shock: Halloween Extreme Horror Experience

L’Halloween Extreme Horror Experience è senza dubbio l’esperienza più emotivamente tosta che potrai vivere durante Halloween a Mirabilandia. Noi non abbiamo potuto sperimentarla perché il grande evento si tiene solo nelle serate del 31 ottobre e dell’1 e 2 novembre, e non è quindi la nostra (solo) questione di fifa.

L’ingresso all’Experience è a pagamento a partire dai 7,50€, e l’area è vietata ai minori di 16 anni.

Questa l’introduzione, tratta dal diario di un sopravvissuto:

23-9-2003

Ci furono esplosioni. Ci furono battaglie e guerre. Ci fu polvere. E poi il nulla.

Quando tutto si placò, il mondo come lo conoscevamo non esisteva più. Tutto era nuovo, tutto era morte.

Mangiammo solo carne per giorni, fino a trasformarci in qualcosa che non avevamo mai conosciuto prima, qualcosa di simile a bestie feroci, assetate di sangue e avare di nutrimento. Gli uomini lentamente iniziarono a cambiare, ognuno in modo diverso. Evolvendo, si trasformavano, arrancando per sopravvivere all’aridità che ormai dominava ogni cosa. Non più uomini, né per aspetto, né per anima, avanzano giorno dopo giorno alla ricerca di corpi per sfamarsi.

E” la mattina il momento peggiore.

Quando apri gli occhi e ti accorgi che non era un incubo. “

Ecco quindi che potrai incontrare gli Spazzini, gli Impuniti, i Jugglers, i Dioscuri, il Clan Acid Rain e la Dinastia Ruthven, tutti crudeli e letali.

Restiamo inoltre in attesa di ulteriori informazioni sul Damned Club, con DJ set delle notti estreme e tanti show.

Show ad hoc

Una delle cose che abbiamo maggiormente gradito durante questi festeggiamenti di Halloween a Mirabilandia sono stati gli show.

Abbiamo assistito alla meravigliosa esibizione di Draco, un artista del fuoco, e ci siamo goduti due bellissimi musical ispirati a Wicked e al The Rocky Horror Picture Show. Interpreti davvero bravissimi ed esibizioni magistrali!

Molto ben ideato anche lo spettacolo Psycholandia, ambientato idealmente in un ospedale psichiatrico e con brani che vanno da Zombie alle hit di Lady Gaga, mentre secondo noi da sviluppare ulteriormente lo spettacolo di chiusura, La Maledizione di Lycos.

Questi quelli cui abbiamo assistito personalmente, oltre che all’intramontabile spettacolo delle Hot Wheels, ma molti altri sono gli spettacoli in calendario, alcuni dei quali destinati ai più piccoli.

Cibo tematizzato? Ottimo!

Altra cosa che ci ha colpiti è stata la tematizzazione dell’offerta culinaria. Zuppe di zucca, hamburger con pane al nero di seppia, gnocchi viola alle verdure…Tanti, ma proprio tanti, piatti tra cui scegliere, alcuni decisamente autunnali e in tema con Halloween. Tutto ottimo, tra l’altro, e neanche poi così costoso.

Deliziosi i biscottini a forma di zucca, mummia, scheletro e pipistrello, ma nel nostro cuore si sono piazzate di prepotenza le buonissime crepes preparate dalla meravigliosa Adriana. Questi dolci a tema sono di vari colori e sapori, e di malvagio hanno solo il nome, “Mostri di Crepes“. Sono al pistacchio, alla fragola o alla vaniglia, con ripieno di nutella, fragole o caramello salato. E sopra potrai spolverarle con granella di vario tipo. Ottime davvero, ma porta pazienza se deciderai di assaggiarne una: ci va un pochino di tempo per prepararle fresche sul momento!

Halloween a Mirabilandia: le nostre conclusioni

Avendo in mente l’Halloween ad Europa Park, quello a Mirabilandia sembra mancare di qualcosa. Ma in realtà ha dei punti di forza molto validi, che rendono il Parco l’ideale soprattutto per gli adolescenti giù un po’ grandicelli.

Più che spaventati siamo rimasti impressionati dalla cura con cui sono state realizzate le maschere, e abbiamo apprezzato anche quasi tutti gli spettacoli che siamo riusciti a vedere. Peccato per quello di chiusura, che poteva essere molto più grandioso secondo noi ma che sicuramente non è stato aiutato a livello scenico dal vento e dalla pioggia (sì, durante il nostro secondo giorno a Mirabilandia il tempo è drasticamente cambiato…).

Valida anche l’offerta culinaria legata all’evento, cosa non così scontata.

Questo per quanto riguarda la tematizzazione del Parco durante Halloween, ma cosa ne pensiamo del Parco in sé e per sé? Te lo sveleremo più avanti, e intanto…alla prossima!

 

Mirabilandia

Parco della Standiana Srl
SS16 Adriatica km. 162, 48125 Savio
Località Mirabilandia (Ravenna)
Italia

Sito web: https://www.mirabilandia.it/ .Consultalo per controllare orari e giorni di apertura…e ricordati: il secondo giorno, entri gratis!

Per pernottare col tuo camper ti consigliamo l’area sosta del Parco.

E se non vuoi perderti gli eventi di Halloween negli altri Parchi trovi qui degli spunti utili:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.