fbpx

Ultimamente, trovandoci a chiacchierare con degli amici, abbiamo sollevato più volte l’argomento dei guest post. E ci siamo resi conto che tanti non sanno cosa siano e non ne comprendono di conseguenza l’elevato potenziale in termini di traffico. Infatti due blogger molto autorevoli come Neil Patel e Jeff Goins sostengono che scrivere guest post è la strategia di inbound marketing più efficace di tutte.

Cos’è un guest post?

Guest Post

Partiamo dalle basi. Un guest post è un articolo di blog scritto da te ma ospitato sul blog di un’altra persona, meglio se riconosciuta da Google più autorevole di te. Tu scrivi, lei pubblica. Dove sta il vantaggio? Beh, il blogger che ospita il tuo post si ritrova un articolo nuovo e di qualità da condividere con i suoi follower, e in sostanza gode del lavoro fatto da un altro. Ma ha anche un compito da svolgere: ha infatti un link da pubblicare. E indovina di che link stiamo parlando…? Esattamente, di un link al tuo blog.

Ad esempio noi abbiamo scritto un guest post per il sito Non Solo Turisti: puoi trovarlo qui.

Ricapitolando, nel post è inserito un link dofollow verso una pagina del sito web dell’autore A, che saresti tu. In soldoni chi legge il tuo articolo sul sito di Tizio può risalire anche a te e al tuo blog, e tu puoi quindi avere un ottimo ritorno in termini pubblicitari. 

Cos’è il link building?

Link Building

Ok, abbiamo parlato di link poco fa…ma a che pro? Magari non lo sai, ma il guest post se fatto con criterio è identificato come la tecnica per eccellenza per fare link building. 

Con link building indichiamo quell’insieme di tecniche che ci portano ad ottenere link provenienti da siti esterni e diretti verso il nostro blog, e lo differenziamo dal link earning per il semplice fatto che i link in oggetto non arrivano verso di noi spontaneamente. Ce li procuriamo in pratica, in modo etico e pulito, attraverso collaborazioni proprio come i guest post.

Se gli unicorni volassero nei cieli diremmo che il guest posting deve essere inteso come uno strumento di promozione dei propri contenuti e non come uno stratagemma per fare link building, ma…non siamo così virtuosi, e razionalmente ne riconosciamo il valore anche pratico.

Come si scrive un guest post?

Guest Post

Innanzitutto devi accordarti con il proprietario del blog che ti ospiterà per definire bene lunghezza dell’articolo, argomento, dimensioni delle foto, caratteri e quant’altro. Ricordati che tu sei un ospite sul suo sito, e a casa sua comanda lui. L’aspetto più importante è la qualità dei contenuti, e ovviamente è buona norma adottare le regole SEO anche per scrivere un guest post, non stiamo neanche a sottolinearlo. Meglio si posiziona su Google il tuo articolo attraverso il sito di chi ti ospita, più probabilità ci sono che il post venga letto e che i follower raggiungano anche te.

Scrivi possibilmente vari guest post, e non sempre per lo stesso sito: infatti insistendo e creando contenuti di qualità potrai “salire di livello” col tuo blog personale all’interno dei motori di ricerca e incrementerai la tua Domain Authority (l’autorità del tuo sito).

Quali sono i siti dove pubblicare guest post gratis?

Come ricercare un sito per scrivere guest posts? Ce ne sono tanti, basta che tu faccia una semplice ricerca su Google indicando l’ambito a cui ti rivolgi. Se sei un blogger di viaggi potrai ad esempio ricercare “travel guest posts” o simili, e selezionare i siti di interesse. Una novità? Anche noi Allemandich abbiamo deciso di inizare ad ospitare guest posts, quindi se sei interessato contattaci! Inaugureremo infatti prestissimo la rubrica “La domenica del Viaggiatore“, in cui troveranno spazio i racconti di viaggio di altre persone.

Guest post: conclusioni

Speriamo di essere riusciti a chiarirti l’utilità e i vantaggi di scrivere un guest post, e ovviamente se tu avessi dubbi e curiosità in merito non esitare a scriverci. Alla prossima!

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara e Fabio
Chiara e Fabio