Govone a Natale: tra mercatini, elfi e Babbo Natale

Iniziamo ad introdurti al periodo più magico dell’anno raccontandoti la nostra esperienza che ci ha portati a visitare Govone a Natale.

Come ricorderai avevamo infatti citato Govone nel nostro articolo sui mercatini di Natale più belli del Nord Italia, quindi non potevano non essere presenti all’inaugurazione per raccontarti tutto più nel dettaglio.

Mercatini al tramonto

Il magico Paese di Natale: l’arrivo

Complice una splendida giornata di sole siamo andati in esplorazione in compagnia di parte della nostra famiglia, e come prima cosa abbiamo lasciato la nostra auto al parcheggio sulla strada statale SS231.

Già, niente camper stavolta, ma solo perché il nostro Merlino sta effettuando dal meccanico i soliti controlli di routine pre-partenza per accompagnarci nel nostro prossimo viaggio. Ma di aree destinate al parcheggio dei veicoli ricreazionali ne abbiamo viste ben 2, quindi se sei uno dei nostri amici camperisti puoi stare tranquillo.

E no, non abbiamo posteggiato a Govone. Semplicemente perché non potrai farlo. Verrai indirizzato ad uno dei parcheggi siti appunto sulla SS231 , pagherai 5€ a vettura e in cambio riceverai i biglietti per prendere la navetta e raggiungere i mercatini di Govone. Per il tragitto in navetta, che è poi un comodo pullman di linea, calcola un viaggio di 15-20 minuti.

Inoltre da quest’anno potrai anche raggiungere comodamente Govone partendo da Torino o Milano con un treno storico: davvero caratteristico!

La magia ha inizio: i mercatini

Subito siamo stati accolti dal profumo di dolci e vin brulé e da un mix di autunno e di alberi in pieno foliage uniti alla bellezza degli chalet di legno tutti illuminati dalle luci di Natale. Davvero suggestivo! Anche perché il contesto è proprio bello: ci troviamo infatti ai piedi del castello, e il mercatino si snoda lungo viali alberati e molto scenografici.

Le bancarelle, che sono circa un centinaio, espongono merci di tutti i tipi. Tanto il buon cibo: salumi, formaggi, dolci, ma anche miele e farinata preparata al momento.

Farinata

Non sono mancate poi le tipiche decorazioni del Natale, come palline per l’albero, centrotavola, ghirlande e presepi di tutti i tipi, alcuni anche minuscoli e all’interno di zucche o bottigliette.

Abbigliamento sì, ma non tantissimo: soprattutto sciarpe, cappelli e guanti in lana lavorati a mano. Molto belli anche i bijoux e i giocattoli in legno per i più piccini, e noi avremmo semplicemente voluto comprare tutto.

I mercatini proseguono poi fino alle porte del castello, anche se qui a dire il vero le bancarelle diminuiscono il loro numero e comincia una magia di tutt’altro genere…a pagamento e su prenotazione però.

Bancarella

La Scuola degli Elfi

A quanto pare anche Babbo Natale ha problemi con i suoi dipendenti, e gli elfi disponibili ad aiutarlo a preparare il viaggio più magico dell’anno scarseggiano. Ecco quindi che i bambini a Govone saranno istruiti dalla regina Antea  e avranno modo di diventare dei perfetti aiutanti di Babbo Natale: quale modo migliore di guadagnarsi i tanto desiderati regali il giorno di Natale?

Alberi di luci

Impariamo a giocare

Giocare è la cosa più facile del mondo…Ma ne siamo proprio sicuri?

Attraverso una serie di incontri in collaborazione con l’Associazione “La Collina degli Elfi” bimbi e genitori impareranno come gestire al meglio l’attività del gioco con altri bambini, con amici a quattro zampe e come dirimere i conflitti che inevitabilmente vengono a crearsi. Un utile momento di confronto che si terrà nelle giornate di sabato 14 e domenica 15 dicembre a partire dalle 11.00 di mattina presso la palestra e la serra di Govone.

Lampioni a festa

Natale solidale e tanti presepi

Visto che il Natale è la festa della bontà, restando in tema presepe non possiamo non segnalarti il presepe meccanico allestito dalla già citata Associazione La collina degli Elfi che si occupa dei bambini malati di cancro e delle loro famiglie. Dopo la visita al presepe, che è gratuita, potrai fare un giro anche nella bottega solidale dell’Associazione, e anche se non ti sarà chiesto di pagare alcunché se puoi lascia una piccola offerta: farai felici molte persone.

Altri presepi potrai ammirarli durante l’evento Adeste Fideles che si tiene presso la Galleria Benedetto Alfieri del Castello di Govone. Vedrai presepi della tradizione italiana, con un focus su quelli del Piemonte, ma qui ti servirà acquistare un biglietto: il costo è di 5€, mentre i bambini fino a 9 anni entrano gratis.

DNA Roero

Il Parco Avventura

Quest’anno all’interno del parco del castello i più piccoli potranno cimentarsi nel tiro con l’arco, ed altri giochi di equilibrio in compagnia di istruttori qualificati dell’Associazione Exploravita, che si impegna a portare aventi la tradizione del gioco e dell’attività all’aria aperta.

I più piccoli infatti dovrebbero crescere il più possibile lontani dalla tecnologia che, se tanto cattura noi adulti, a maggior ragione tenta i più piccoli. Ma non è così che si sviluppano la fantasia e le relazioni sociali… Quindi via libera al gioco e agli sport nei prati! 

Piazza

La casa di Babbo Natale

Il punto focale di Govone anche per questo Natale 2019 è però la casa di Babbo Natale, allestita proprio all’interno del castello. Qui, acquistando dei biglietti del costo di 8€ per gli adulti e di 7€ per i bambini, potrai scoprire la vera storia di Babbo Natale secondo quando narrato nel libro “Vita e avventure di Babbo Natale” di Frank Baum. Visiterai gli ambienti più significativi per la sua figura, potrai lasciare la tua letterina nelle mani degli elfi aiutanti e, infine, incontrerai proprio lui, il mitico Babbo Natale. Potrete anche scattare insieme una foto ricordo: la potrai poi ritirare, pagando 5€, poco fuori dal castello.

Il Castello

 

Govone a Natale:  conclusioni

Prima di concludere dobbiamo darti ancora qualche dritta.

Se stai pensando di non avvalerti della navetta e di raggiungere Govone a piedi dal parcheggio, scordatelo: c’è davvero troppa strada da fare, circa 6 km. E comunque la navetta è gratuita, perché fare i maratoneti?

Se hai fame o sete non hai che l’imbarazzo della scelta, ma se desideri pranzare con un menù un po’ più articolato e stando comodamente seduto recati presso La locanda del Magico Paese, al castello: troverai menù fissi al costo di 15€.

Bancarella 1

Parlando di bagni, ce ne sono davvero tantissimi. Soprattutto wc chimici, tanto bui e scomodi per le gentili donzelle…ma sicuramente migliori di quelli che abbiamo provato noi nei giardini del castello. Ecco, quelli te li sconsigliamo vivamente. Davvero, lascia stare.

Se sei un diversamente abile o ne accompagni uno, però, non ti consigliamo questa gita: il terreno è costituito da grandi ciottoli e soprattutto la parte verso il castello è scomoda da raggiungere perché devi anche percorrere una bella salita ripida. Valuta tu!

Speriamo di averti dato qualche spunto natalizio, ma sappi che siamo solo all’inizio…Alla prossima!

Mercatini di Natale di Govone 2019: dal 16 novembre al 22 dicembre

Sito web ufficiale: https://magicopaesedinatale.com/

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.