fbpx
Chiara Mandich

Casa Pepa è la casa messicana di Torino, in pieno quartiere della movida. Si può definire la “sorella minore” del prestigioso ristorante messicano El Centenario , da cui eredita l’ottima cucina e l’atmosfera allegra tipica del Sud America. Sono approdata a Casa Pepa in occasione di un addio al nubilato, ed ecco la mia esperienza

Location: 3/5

Casa Pepa sembra davvero un’abitazione messicana, con ogni sorta di oggetti al suo interno, specialmente dedicati al Dia de los Muertos. In vetrina troviamo infatti tante statuine di scheletri, teschi che riportano alle calaveras, murales, festoni che ci fanno pensare al recente film Disney “Coco”. Il locale forse è un po’ buio, ma la cosa crea atmosfera e rende piacevole la cena.

A vista il laboratorio in cui vengono preparati i 3 tipi di sangria proposti dal locale: una cosa davvero particolare.

L’unica nota davvero negativa è la posizione del locale stesso: si trova in pieno quartiere della movida, in zona San Salvario, e questo ha sicuramente dei pro ma anche molti contro. È praticamente impossibile trovare parcheggio, specie nel weekend, e si rischia costantemente di investire qualcuno perché, non si sa come mai, a San Salvario i marciapiedi sembrano essere puramente decorativi. Casa Pepa non è troppo distante dalla fermata della  metro (ma occhio agli orari!) ed è in prossimità della stazione ferroviaria di Porta Nuova. Chi conosce questa zona di Torino sa che può accadere di fare brutti incontri se si esce appena dalla zona dei locali, specialmente a piedi, quindi cercate di rimanere su strade sicure.

Per il resto comunque Casa Pepa e la sua atmosfera mi sono piaciute molto.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-2"}}”>[/siteorigin_widget]

Servizio: 4/5

Il personale è davvero adorabile, non c’è niente da dire. Sono tutti allegri, festosi, pieni di vita…forse fin troppo. Ogni volta che qualcuno al bancone del bar ordina un giro di tequila bum bum, il gestore fischia più volte in un fischietto (facendo sobbalzare sulla sedia chi, per carattere, non ama i rumori improvvisi). Se c’è qualche occasione particolare da festeggiare, come nel nostro caso, si subisce un trattamento speciale: la mia amica, futura sposa, si è prima goduta una sorta di serenata, con canti accompagnati dal suono di una fisarmonica (tutto dal vivo, ad opera di gestore e camerieri). Poi le è stato gettato addosso un telo a mò di bavaglino e le è stata fatta bere della tequila direttamente dalla bottiglia. A questo punto, il telo le è stato tirato sulla testa per bendarla ed è stata shakerata più volte. Lei non ha gradito particolarmente il trattamento, un po’ colta in contropiede, ma io l’ho trovato un rituale simpatico, da prendere con ironia.

Il servizio al tavolo è stato rapido, i camerieri non sono stati invadenti ma un filo smemorati (hanno scordato la bibita ordinata da una delle ragazze del nostro tavolo, ma hanno poi provveduto appena avvisati della dimenticanza), e ci hanno lasciato libere di goderci la serata come più preferivamo, permettendoci anche di riempire il tavolo con i palloncini che avevamo portato per la festeggiata.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-4"}}”>[/siteorigin_widget]

Menù: 4/5

Se vi piace la cucina messicana, Casa Pepa è il posto che fa per voi. Il cibo è ottimo,  e sarete accolti da nachos e un bicchiere di ottima sangria come aperitivo di benvenuto.

Il menù poi vi offre un’ampia scelta di piatti più o meno piccanti, vegetariani o meno. Noi abbiamo scelto una delle specialità dello chef per minimo due persone: la botana de la victoria. Ok, il nome è…bizzarro, ma entriamo nel dettaglio: ogni persona avrà a disposizione un po’ di patatine fritte (non tante, in realtà), una quesadilla suave (tortilla ripiena di chili con carne e formaggio), ribbs in salsa BBQ, un taquito rubio (se non ricordo male una sorta di involtino con prosciutto e formaggio) e dell’indiana fried chicken con del riso come accompagnamento. Tutto ottimo e, a parer mio, uno di quei piatti che può essere preceduto da un antipasto oppure seguito da un dessert. Riempie il giusto, anche se per alcune ragazze della compagnia era fin troppo abbondante…Che volete, ogni stomaco è fatto a modo suo!

Noi abbiamo concluso la serata con una torta portata da noi per l’addio al nubilato, ma l’offerta dei dessert del locale è interessante.

Possibile anche la formula “all you can eat”: 16.90 euro, con esclusione di dolce, bevande e coperto.

Disponibile un menù vegetariano, per bambini e per celiaci.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-6"}}”>[/siteorigin_widget]

Conto: 4/5

Quanto costa cenare a Casa Pepa? Il giusto, direi. Il piatto che abbiamo preso noi, che era appunto per due persone, aveva un costo complessivo di 15 euro, quindi 7.5 euro a testa.

In media, i vari piatti hanno un costo compreso tra i 6 e i 15 euro, con alcune rare eccezioni per le portate più particolari o a base di pesce.

Il coperto viene 2 euro, il servizio torta 1 euro. Quindi, calcolando un antipasto, un piatto principale e un dolce vi aggirerete su un costo complessivo di circa 25/30 euro a persona.

Come già detto, invece, la formula “all you can eat” ha un prezzo di 16,90 euro.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-8"}}”>[/siteorigin_widget]

Valutazione media: 3,75/5 (su Tripadvisor 4/5)

Nel complesso posso dire che il ristorante messicano Casa Pepa mi è piaciuto, e molto. L’unica cosa che personalmente trovo antipatica è la posizione del locale per il caos e la difficoltà nel raggiungerlo, ma per chi ama trovarsi al centro della movida questo può trasformarsi in un punto di forza. Davvero festosa l’atmosfera, ma occhio se non amate i rumori improvvisi (adesso che lo sapete, ci andrete preparati!) o le sorprese da parte di estranei, ma personalmente vi consiglio di lasciarvi andare, prendere le cose con filosofia, divertirvi…e godervi la serata!

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_Image_Widget”]","after_title":"<\/h3>","widget_id":"widget-0-0-10"}}”>[/siteorigin_widget]

Casa Pepa: contatti

Via Claudio Luigi Berthollet 6, 10125 Torino

Tel : +39 011 650 4029

 

Sito web: http://www.elcentenario.com/casa-pepa-musica-arte-cocina/

Menù: http://www.elcentenario.com/wp-content/uploads/2016/12/CasaPepa_Menu.pdf

Aperto 7/7 dalle 18.00 alle 02.00

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.