fbpx

Il Camping Valchiusella: tra Pappagalli e Porcini sui monti del Piemonte

Come mai siamo finiti al Camping Valchiusella?

Adesso te lo raccontiamo…

La mamma di Fabio è sempre un vulcano d’idee, e quando ne ha una nuova noi ci troviamo a tremare un po’ perché alla fine ci coinvolge sempre.

Ecco che stavolta ha iniziato a ricordare un campeggio in Valchiusella presso cui era stata anni prima col marito, e ricorda oggi, ricorda domani…perché non tornarci, visto che si era trovata tanto bene?

Come potrai facilmente immaginare, tempo un paio di giorni e ci siamo messi in marcia per trascorrere un weekend tutti insieme.

Direzione: il Camping Valchiusella.

La nostra visita con la famiglia al camping Valchiusella. Durata video 4:08

 

 

 

Valchiusella e Alice Superiore

Il Camping Valchiusella, manco a dirlo, si trova in Valchiusella, e precisamente nelle vicinanze di Alice Superiore.

Che si legge con l,accento sulla “a”, non sulla “i”. Prof docet.

Abbiamo scoperto che la zona è molto nota agli appassionati di parapendio, che dalle colline di zona si lanciano e svolazzano per ore e ore trasportati dalle correnti aeree.

C’è anche chi è rimasto in quota per 8 ore!

A parte questo la zona è molto fresca anche in estate, ovviamente soprattutto in serata, per la ricchezza di alberi e bacini d’acqua, sia naturali che non.

Alice Superiore
Alice Superiore, il paesino accanto al quale sorge il Camping Valchiusella.

Il paese di Alice non è troppo distante dal campeggio ed è raggiungibile anche a piedi in circa un quarto d’ora, ma tieni conto che la strada è in salita e senza marciapiede.

Il centro è piccolino e non troppo moderno, e quasi ogni abitante ha un cane da guardia: passeggia di fronte alle case, e sentirai che bel concerto!

La Storia del Campeggio

Ma veniamo ora al campeggio in sé.

Il Camping Valchiusella sorge in un bacino ormai esaurito di torba, in mezzo al verde e alla natura, ed è aperto dalla fine degli anni ’70.

I primi proprietari, coloro che hanno letteralmente costruito il tutto, sono Angelo e Angela, genitori dell’odierno gestore Marco.

Ed è proprio Marco a raccontarci la storia del Valchiusella.

I suoi, ci dice, sono da sempre stati appassionati di campeggio, al punto che lui è praticamente nato in una tenda.

Girovagando per l’Italia, Angelo e Angela hanno dapprima aperto un campeggio in Puglia, a Vieste, e poi in Calabria qualche anno dopo.

Ma gli anni passavano, loro diventavano anziani, e da qui il desiderio di tornare al nord, nei luoghi in cui erano nati e vissuti.

Trovato un pezzo di terra un po’ malmesso ma promettente in Valchiusella, eccoli dar forma alla loro ultima creatura, il camping di cui parliamo oggi.

Pappagallo
Loreto, uno dei due pappagalli del campeggio…che in realtà è una femmina!

Angelo purtroppo ora non c’è più, sua moglie vive all’interno del campeggio in una casetta mobile e ogni giorno va a farsi delle belle passeggiate, e il Valchiusella è nelle mani di Marco, di sua moglie Patrizia e della loro figlia Eleonora.

Ed è proprio la ragazza in realtà ad essere l’intestataria del campeggio.

A parte loro troviamo altri personaggi da non sottovalutare, e che anzi danno al camping un tocco in più: i simpaticissimi pappagalli Loreto (che in realtà è una femmina chiacchierona) e Rupert, e una bella cagnolina bianca con le orecchie storte, ultima arrivata in famiglia.

I Servizi del Campeggio

Il Camping Valchiusella dispone di diversi spazi per i camper con collegamento alla rete elettrica, non divisi l’uno dall’altro e su terreno erboso ed ombreggiato.

Chi volesse può anche affittare una delle due case mobili (la terza, come già detto, è occupata dalla signora Angela) oppure una roulotte con tanto di veranda esterna.

E poi non manca lo spazio per le tende.

Camper in piazzola
Le piazzole del campeggio, con i camper di famiglia posizionati e con i tendalini abbassati.

I complessi che ospitano i bagni sono due, con sanitari tenuti molto puliti e docce a gettone, e ci sono diverse postazioni per lavare i piatti e i cibi.

È a disposizione dei clienti del campeggio anche la lavanderia, e ovviamente trova posto anche il camper service.

C’è un piccolo bar presso cui si possono anche ordinare le brioches per la colazione del mattino o prendere in prestito giochi da tavolo, e a dire il vero questo è anche un po’ l’ufficio del campeggio, la reception presso cui registrarsi e poi pagare per il proprio soggiorno.

bagni
Il complesso che ospita i servizi igienici, immerso nel verde.

Oltre alle brioches potrai anche ordinare sempre qui pane, pizza ed altre pietanze: noi abbiamo preso due teglie di pizza, ognuna da 6 tranci, e ogni teglia ci è costata 12€.

Mica male, vero?

Tanto più che come pizza era pure buona, di quelle un po’ spesse “da panetteria” per intenderci.

Parco giochi
Il piccolo parco giochi del camping, dove la nostra nipotina si è divertita tantissimo.

Infine troviamo un piccolo parco giochi per bambini, in mezzo ad alberi che producono mele selvatiche, e anche due piscine.

Una è talmente bassa da essere adatta ai bimbi molto piccoli, l’altra, più da adulti, permette comunque di toccare in ogni punto.

Ricordati però di attrezzarti con una cuffia, perché in caso contrario potrai scordarti di sguazzare.

L’atmosfera intorno al campeggio

Facendo una passeggiata nei dintorni abbiamo incontrato in uno dei prati limitrofi anche le mucche e i cavalli di Marco e Patrizia, e infatti loro adorano organizzare escursioni equestri.

Chissà che la prossima volta…

Tutto è silenzio e tranquillità, e pensare che proprio in questi prati era prevista la costruzione di un grande complesso sportivo con campi da tennis.

Stagno
La zona vista dall’alto con il drone: sotto di noi un laghetto.

Poi il progetto non è partito, e la natura si è prepotentemente riappropriata dei suoi spazi alterando persino la pendenza dei terreni.

Pare che qui, quando piove parecchio o nevica, la situazione si faccia difficile…

Ma tanto il Camping Valchiusella è aperto sol sei mesi l’anno, da aprile a ottobre, quindi non dovrai preoccuparti.

Questa zona, inoltre fa parte di uno sbarramento morenico ricco di flora e fauna: potrai avvistare, concedendoti un’escursione, persino l’astore dal collo bianco, e vista la ricchezza di boschi non sarà troppo difficile raccogliere porcini (ma in tal caso dovrai essere tesserato).

Il Camping Valchiusella: le Nostre Conclusioni e Altre Info

I costi per sostare al Camping Valchiusella sono molto più onesti di quelli di altre località italiane e si aggirano sui 28€ a notte, elettricità compresa.

Occhio però che i pagamenti vanno effettuati in contanti…

Fabio ha adorato, neanche a dirlo, gli ampi spazi da cui far decollare il drone: abbiamo fatto delle belle riprese e scattato foto per la nostra gallery dedicata ai campeggi dall’alto, tra cui ovviamente potreai trovare anche il Camping Valchiusella.

Da segnalare il fatto che la reception sia aperta fino alle undici/ mezzanotte, cosa piuttosto insolita ovunque.

Siamo poi rimasti letteralmente conquistati dai pappagalli, tenuti liberi ma che di solito sono comodamente adagiati sulle spalle dei loro padroni.

Loreto, poi, è favolosa: ti saluta con un “ciao” ripetuto e sembra uno di quei giocattoli che parlano se gli dai la corda.

Che dire, noi ci siamo trovati benone e ti consigliamo il Valchiusella di tutto cuore…

Alla prossima!

Camping Valchiusella

Regione Torbiera, 3310039 Val di Chy (Alice superiore) TO

Sito web: https://campeggio-valchiusella.business.site/

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.