Un camping in Turingia dove è davvero difficile comunicare: l’Intercamping Großbreitenbach

C’erano un tedesco e un italiano che…

Sembra l’inizio di una barzelletta, ma invece è così che è cominciata la nostra avventura in un camping in Turingia tanto selvaggio quanto, al contempo, ricco di opportunità. Ad averle comprese tutte…!

Infatti all’Intercamping Großbreitenbach ci siamo trovati presi in mezzo ad un gran bel problema di comunicazione…

 

Un gestore che parla solo tedesco

Il signore che ci ha accolti era sicuramente gentile e volenteroso, ma non sapeva neanche mezza sillaba in inglese. E’ stata un’ escalation in senso contrario la nostra, passando via via per campeggi in cui l’inglese era sempre meno parlato.

Ci è parso strano, perché un camping dovrebbe in teoria avere a che fare con ospiti di tutte le nazionalità, con turisti insomma, anche stranieri, e questa poca conoscenza delle lingue non autoctone ci ha un po’ spiazzati.

E’ anche vero che la Turingia non è un luogo così visitato (a torto potremmo dire, se si cerca il contatto con una natura selvaggia e mozzafiato), e in fondo siamo noi ad essere ospiti in terra straniera ma…che fatica!

Siamo solo riusciti a capire che serviva una tessera magnetica per entrare ed uscire dal campeggio, che per la doccia serviva il solito gettone e che i bagni si trovavano nell’unico caseggiato presente.

Come consueto in Germania abbiamo scelto liberamente dove sistemarci e siamo stati lasciati soli con noi stessi, con una sfilza di incomprensibili parole in tedesco ed una chiave misteriosa in mano, da restituire alla nostra partenza insieme alla tessera magnetica.

E’ così ha avuto inizio la nostra esplorazione per capire un po’ meglio dove fossimo capitati…

 

La chiave del mistero

Come di consueto per noi, l’esplorazione è partita dai bagni. Da un lato del famoso caseggiato era riportata l’indicazione per le docce, dall’altra quella per i wc. E poi c’erano altre porte non meglio identificate. 

O meglio, identificate solo in tedesco.

La prima sorpresa è stata trovarle tutte chiuse a chiave, ma subito il lampo di genio: vuoi vedere che…?

Ebbene sì, la chiave misteriosa è una sorta di passepartout che apre tutte le porte.

Varcata quella per le docce abbiamo trovato un ambiente molto pulito, e a sorpresa anche una sauna e un lettino solare

Niente male! Non che volessimo usufruirne, e nel caso sarebbero serviti altri gettoni che non avremmo saputo a chi chiedere visto che il gestore era andato via. E che, altro dettaglio, non avremmo saputo come chiedere. Però ci è sembrata una bella coccola.

Sempre con la stessa chiave abbiamo aperto la porta della zona dei wc, arredata come un appartamento, e poi una terza porta, con l’effige di un lupo attaccata sopra e che in realtà si è rivelata la stanza dove poter lavare i piatti.

Un’ultima porta era la via d’accesso per la zona ricreativa e bar, ma quella non siamo proprio riusciti ad aprirla.

 

Il campeggio e le piazzole

Il camping è abbastanza spazioso, impressione accentuata anche dal fatto che le piazzole camper non sono delimitate. Solo tanto prato, tanti alberi, tanto bosco.

Qua e là qualche bungalow per il turismo stanziale, pochi camper oltre al nostro Merlino e quindi tanto silenzio, e per questo qualche scoiattolo rosso un po’ meno timido si è fatto vedere…

Da alcuni cartelli ci è sembrato di capire che il campeggio sia utilizzato molto come base da chi pratica gli sport invernali, ma non abbiamo potuto saperne di più.

Vialetti sterrati e lampioni per illuminare il campeggio di notte…peccato che siano rimasti tutti spenti a parte quello proprio vicino a noi.

 

I servizi

Questo insolito camping in Turingia dispone di elettricità e acqua potabile, ha un camper service alla buona con tombino per lo scarico e lavandino a cui collegare la pompa e caricare acqua potabile e un wc chimico dotato di un immenso scopino per pulire la cassetta. Quest’ultimo servizio è posto al di sotto di una tettoia in legno, in un piccolo complesso separato da quello dei bagni, ma l’idea che ci siamo fatti è che non fosse poi tanto utilizzato. Non era pulito di recente ed era decorato da varie ragnatele, però era funzionante.

Della sauna e del solarium ti abbiamo già accennato, ma non ti abbiamo ancora detto della piscina!

Ebbene sì, a disposizione degli ospiti del campeggio (ma non solo) anche varie piscine, con tanto di acquascivoli e trampolini. Per usufruirne però bisogna pagare un’extra, e visto che il tempo era come al solito freddo e grigio non siamo stati neanche lontanamente tentati dal farci un bagno.

A proposito di bagno…

Abbiamo avuto un problema con le docce. Nel senso che non siamo riusciti a far funzionare l’acqua calda.

Ora, non saremo degli Einstein ma non siamo neanche così tonti da non capire come far funzionare un rubinetto, eppure…nulla. Abbiamo inserito il gettone, abbiamo aperto il rubinetto, l’acqua ha iniziato a fuoriuscire…ma gelata. E nonostante il tempo passasse (e il gettone si esaurisse, lasciando poi una povera Chiara intirizzita e mezza insaponata) nessun accenno ad almeno un lieve intipiedimento. nulla.

Ad onor del vero c’era un cartello che diceva qualcosa in merito all’acqua calda e fredda, ma indovina? In tedesco.

Concludiamo la trattazione dei servizi del campeggio citandoti l’area giochi per bambini, con scivolo e qualche attrezzo di quelli per arrampicarsi e poi penzolare.

 

I prezzi

La sosta in campeggio per una notte ci è costata 21,50€, di cui 2€ per l’acquisto di due gettoni per la doccia. In media diremmo con i prezzi degli altri campeggi in Germania, tipo i già citati Meerbornsheide e il Georgenthal.

Non sappiamo a quanto ammonti il costo della piscina e l’utilizzo di sauna e solarium: per questi ultimi abbiamo visto la macchinetta a gettone come per le docce, ma non sappiamo dirti se i gettoni da inserire qui sono gli stessi o sono di altra tipologia e di altro costo.

 

Una notte al camping in Turingia Großbreitenbach

Durante il nostro viaggio alla scoperta di zone un po’ meno note della Germania ci siamo innamorati della Selva di Turingia, e di conseguenza anche dei camping in Turingia. Tutti boscosi, selvaggi, verdeggianti…

Questo nello specifico offre anche qualche coccola in più rispetto ad altri, ma raramente usufruiamo di servizi extra quali piscina e solarium se ci fermiamo in campeggio una sola notte. Ma forse per te può essere un di più di rilievo!

La grande pecca è lo scoglio della lingua, almeno per quanto riguarda noi, e in questo caso anche le docce fredde non sono state il massimo.

Ci è tuttavia piaciuto come campeggio, sia per la sua tranquillità che per la sua atmosfera generale, e ci ritorneremmo volentieri ora che ne abbiamo svelato (quasi) tutti i segreti.

Dalla Turingia per ora è tutto: alla prossima!

 

 

Intercamping Großbreitenbach

Am Schwimmbad 4, 98701  Großbreitenbach, Germania

Ed ecco il sito web

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985

Camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.