fbpx

Cosa Portare in Viaggio: Attrezzatura Fotografica

Chiara Mandich

Cosa portare in viaggio, relativamente all’attrezzatura fotografica? Ci è stato chiesto moltissime volte anche perché, essendo travel blogger, quando ci spostiamo dobbiamo per forza di cose essere equipaggiati e pronti ad immortalare quanto di bello e interessante ci troviamo di fronte.

Questo potrebbe non essere l’unico post in merito alla questione “cosa portare in viaggio”, perché stiamo pensando di affrontare l’argomento anche a livello di attrezzatura video e molto più semplicemente di bagaglio vero e proprio, di equipaggiamento utile per il camper e quant’altro.

Ma bando alle ciance e entriamo subito nel merito del discorso.

Il nostro concetto di fotografia

Iniziamo fin da subito col dire che noi non consideriamo come strumenti fotografici smartphone e tablet. Anzi, li aborriamo proprio. Per quanto un telefono possa essere valido, noi siamo della scuola del “a ognuno il suo”. Quindi per noi un telefono deve fare determinate cose ed essere un buon telefono, ma non lo riteniamo neanche lontanamente paragonabile a livello di resa agli strumenti nati proprio con lo scopo di fotografare, ovvero le macchine fotografiche. Che per noi non sono tanto le compatte quanto soprattutto reflex e mirrorless.

Pensaci un secondo: c’è una differenza abissale a livello delle dimensioni pure e semplici del sensore di un cellulare e di una fotocamera, perché ovviamente quello di un qualsiasi smartphone è molto più piccolo a parità di pixel. Di conseguenza la nitidezza dello scatto di una macchina fotografica è sicuramente superiore… E tu vuoi belle foto, vero?

Credits by Gianluca Bocci

Ovviamente bisogna avere un minimo di abilità nell’uso di qualsiasi strumento, e se una macchina fotografica non la si sa adoperare quantomeno a livello base potremmo comunque ottenere foto agghiaccianti. C’è poi anche da dire che non in tutte le situazioni è consentito l’uso di fotocamere: in alcuni edifici, ad esempio in alcune chiese, è severamente vietato, e quindi non si può far altro che ricorrere al cellulare.

E, scontato dirlo, il nostro discorso vale per chi vuole o deve scattare fotografie per scopi “professionali”: saresti felice di vedere il fotografo del tuo matrimonio utilizzare un telefonino per immortalare i tuoi momenti più belli? Probabilmente no. E anche noi, neonati travel blogger, nel nostro piccolo cerchiamo di essere professionali.

La questione “peso”

Potresti obiettare dicendo che però a te piace viaggiare leggero, e che una fotocamera pesa sicuramente più di un telefonino. Vero, non possiamo darti torto. Ma oggi ci sono macchine fotografiche leggerissime e di dimensioni molto ridotte, e non ci stiamo riferendo alla gopro e simili (tendono a rendere “bombate” le foto e per questo non ci fanno impazzire, e comunque non nascono per la fotografia) ma alle mirrorless. Queste sono macchine a cui mancano specchio e pentaprisma, contenute nelle dimensioni e quindi nel peso.

La nostra attrezzatura

Ecco cosa stiamo attualmente portando con noi durante i nostri viaggi. Precisiamo che è un’attrezzatura ancora “in divenire”, che stiamo integrando e modificando man mano per ragioni economiche.

Il corpo macchina

  • Canon 750D: reflex con sensore APS-C da 24 Mpx. Non è propriamente una entry-level ma è lo step successivo, gestisce bene le foto fino a 1600 ISO ma al di sopra comincia a dare problemi di rumore di fondo digitale. Inutilizzabile da 6400 ISO in su.
Canon Eos 750D
Canon Eos 750D

Gli obiettivi

  • Obiettivo 8-16 mm Sigma: ha il maggior grandangolo possibile per una Canon APS-C senza avere effetto fish-eye. Ottimo per riprendere palazzi ed interni senza dover arretrare per km o fare contorsioni strane.
Sigma 8-16mm
Sigma 8-16mm
  • Obiettivo 24mm pancake Canon: di dimensioni incredibilmente sottili, è abbastanza luminoso essendo f2.8 su tutte le focali. Lo utilizziamo sia per riprese statiche che per fare street photography.
Canon 24mm pancake
Canon 24mm pancake
  • Obiettivo 28-70mm Sigma: è un f2.8 su tutte le focali che però vogliamo sostituire prossimamente per questioni di anzianità e problemi nella messa a fuoco. Lo usiamo molto spesso nelle fotografie di viaggio, e quindi per noi è davvero primario prenderne al più presto un altro.
Sigma 28-70mm f.28
Sigma 28-70mm f 2.8
Sigma 70-200mm f 2.8
Sigma 70-200mm f 2.8
  • Obiettivo 18-250mm Sigma: il tuttofare. È il tipico “obiettivo turistico” che ci portiamo sempre dietro quando vogliamo viaggiare leggeri ma poter fare di tutto, sia foto zoomate che grandangolo. Lo abbiamo utilizzato ad esempio durante la Harry Potter Exhibition.
Sigma 18-250mm
Sigma 18-250mm

Varie ed eventuali

copertura
copertura contro la pioggia
  • Treppiedi: ne abbiamo di varie dimensioni per poter decidere quale portarci dietro nelle varie situazioni. Uno è sempre a bordo di Merlino.
Treppiede
Treppiede
  • Telecomando a distanza: per poter scattare foto che necessitano o di tempi di esposizione molto lunghi (sopra i 30 secondi) o per fare i time lapse. Altrimenti, sai che foto mosse…?
comando a distanza
Comando a distanza

Cosa portare in viaggio: tutto questo ma anche di più

Dobbiamo sicuramente ampliare l’elenco di cosa portare in viaggio e procurarci dei filtri fotografici. Puntiamo poi una mirrorless, una full-frame e sicuramente vorremmo acquistare materiale sempre più professionale, ma per ora ce la caviamo egregiamente anche così.
E tu, cosa porti con te durante i tuoi viaggi? Scrivicelo nei commenti, e discutiamone insieme.
Alla prossima!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Chiara Mandich
Chiara Mandich

Classe 1985, camperista dalla nascita, è sia l’autrice dei testi del sito che di alcune delle fotografie.